Epidemia di listeria in Europa In Italia ritirati minestroni Findus

Cronaca

Cronaca

E' per questo motivo che Liddl e Findus hanno richiamato alcuni prodotti surgelati, a scopo precauzionale. "Anche se in Italia non è ancora stato registrato alcun focolaio, si rende indispensabile adottare misure precauzionali a salvaguardia della salute pubblica - spiega il presidente Carlo Rienzi -".

È resistente, prospera con il caldo ma resiste anche al gelo, tanto da sopravvivere anche in alimenti surgelati. Di fronte all'atteggiamento incerto e contradditorio dell'Unione Europea che obbliga ad indicare l'origine in etichetta per le uova ma non per gli ovoprodotti, per la carne fresca ma non per quella trasformata in salumi, per l'ortofrutta fresca ma non per i succhi, le conserve di frutta o per gli ortaggi conservati, l'Italia che è leader europeo nella trasparenza e nella qualità ha il dovere - conclude la Coldiretti - di fare da apripista nelle politiche alimentari comunitarie anche promuovendo una profonda revisione delle norme comunitarie. In Finlandia mais e mix di verdure sono stati ritirati dalle catene Kesko e S Group.

Occorre evitare pericolosi allarmismi in un situazione in cui gli italiani hanno consumato 402,5 milioni di chili di vegetali surgelati nel 2017 con un aumento dell'1,8 percento rispetto all'anno precedente, dovuto proprio alla crescita a tavola dei vegetali naturali e in particolare delle zuppe, dei passati e dei minestroni.

Si allargano in Europa i ritiri di prodotti alimentari surgelati dal mercato per il possibile rischio di contaminazione da Listeria. Questo agente patogeno si trova nel terreno, nell'acqua e nelle piante, ma anche negli animali, fra cui caprini, bovini e ovini.

Rischio Listeria, lotti di minestrone ritirati in tutta Europa
Non è finita, nella lista anche due prodotti surgelati a marchio Freshona, sempre nei punti vendita Lidl della sola Sicilia . Per motivi precauzionali , Lidl Italia si è immediatamente attivata ritirando dalla vendita i prodotti interessati.


La listeriosi è una grave infezione dell'apparato digerente che comporta una forte intossicazione, dovuta dal batterio Listeria monocytogenes. Chi si trovasse in possesso dei prodotti in questione, è invitato a contattare, per qualunque informazione, il numero verde 800906030 o l'indirizzo mail urgente@findus.it. Il richiamo precauzionale e su base volontaria, precisa infine l'azienda, "si riferisce esclusivamente ai lotti dei prodotti menzionati e non riguarda in nessun modo né altri lotti degli stessi prodotti, né altri prodotti a marchio Findus".

La malattia infettiva si trasmette di solito con gli alimenti e il tasso di mortalità è elevato soprattutto per neonati, anziani, donne incinte e in generale persone immuno-depresse. "La decisione è volontaria e del tutto precauzionale - informa sul web l'azienda per prevenire comportamenti di paura dei clienti- e fa seguito alla segnalazione da parte di Greenyard (fornitore belga, uno dei maggiori al mondo di frutta e verdura) della potenziale contaminazione da batterio listeria di una partita di fagiolini utilizzati in minima parte all'interno delle confezioni". Il prezzo di acquisto sarà rimborsato, anche senza presentazione dello scontrino.

Invece i lotti del Lidl, a marchio Freshona, che interessa soltanto la regione Sicilia, sono: articolo 79520 mais surgelato, 450 grammi codice a barre 20417963, articolo 12105 mix di verdure surgelate, un chilo - assortimento gemüsemix - mix di verdure codice a barre 20039035.

Latest News