Nessuna traccia dei 32 milioni di Li: Milan verso Elliott

ANSA									+CLICCA PER INGRANDIRE

ANSA +CLICCA PER INGRANDIRE

A fine giugno l'attuale proprietà del Milan, la Rossoneri Sport Investment Luxemburg dell'investitore cinese Yonghong Li, non aveva rispettato la scadenza del versamento dei 32 milioni di euro per l'aumento di capitale necessario alla gestione corrente del club. Dal fronte cinese non filtra preoccupazione e questo farebbe immaginare che Mr. Li abbia ancora l'asso nella manica ed entro oggi sapremo tutto. Li potrebbe così restare con una quota di minoranza.

Elliott curerebbe il futuro passaggio di consegne, che non avverrebbe con una vera e propria asta, ma attraverso colloqui separati con i diversi soggetti interessati all'acquisizione del club.

Le vicende societarie del Milan acquistano, di giorno in giorno, sfumature che vanno dalla telenovela al romanzo giallo, fino alla spy-story alla Le Carré.

Thailandia, ossigeno in calo nella grotta: individuato nuovo cunicolo
In tal caso il livello dell'acqua nella grotta tornerà a salire in fretta, col rischio di intrappolare chi ancora è dentro. La squadra è stata trovata dai soccorritori solo il 2 luglio, ma al momento si trovano ancora nella grotta .


Secondo quanto riportato da Tuttosport, mister Li avrebbe raggiunto un accordo con un misterioso investitore (arabo o forse russo) che dovrebbe presentarsi dal Fondo Elliott con 415 milioni in mano, ossia il debito complessivo contratto da Yonghong Li con il fondo americano.

A quel punto sarebbero due le strade che Elliot può percorrere: accettare l'offerta, rientrare del prestito e uscire definitivamente di scena, lasciando il Milan nelle mani del nuovo proprietario, oppure andare avanti con la procedura, rilevare il Milan, estromettere Li e rivendere successivamente la società, cercando un acquirente migliore.

I tal senso i nomi sono noti: Rocco Commisso, il più vicino a chiudere nell'ultimo mese, e in stand by negli ultimissimi giorni, la famiglia Ricketts e Stephen Ross oltre a una pista non americana, asiatica o russa, con un nuovo Mister X, che nell'ultimo periodo avrebbe guadagnato parecchio terreno.

Latest News