Sarà soft Brexit: Theresa May ottiene l'accordo con i "ribelli" del Governo

Theresa May

Theresa May

"Sì" al cosiddetto accordo doganale facilitato da parte del governo britannico impegnato nelle trattative con l'Ue sulla Brexit.

Dopo la Brexit ci sarà una "zona di libero scambio tra Regno Unito e UE" per le merci.

Sanità: Istat, Italia tra i Paesi con la più bassa mortalità infantile
L'indicatore anticipatore elaborato dall'Istat evidenzia una nuova decelerazione , consolidando uno scenario di contenimento dei ritmi di crescita dell'economia .


Dopo un incontro durato quasi 12 ore, il governo di Theresa May afferma di aver finalmente concordato un piano per un futuro accordo di libero scambio con l'Unione Europea. Il piano propone poi quello che viene definito un "quadro istituzionale comune" per interpretare gli accordi tra Regno Unito e Ue, da svolgere in ciascuna giurisdizione dai rispettivi tribunali.

I negoziati fra Unione Europea e Regno Unito non riprenderanno prima del 15 luglio, in quanto il governo britannico "non è disponibile" a rimettersi al tavolo prima di tale data; lo ha dichiarata un fonte comunitaria di alto livello a Business Insider. Il parlamentare laburista Chris Leslie ha dichiarato che "Theresa May non ha tempo per negoziare con l'Ue perché è troppo impegnata a farlo con il suo gabinetto". E' stato un giorno di altissima tensione per il primo ministro, che è riuscita a scongiurare la crisi, con successiva caduta, del Governo da lei guidato: negli ultimi giorni alcuni ministri hanno minacciato le dimissioni e hanno chiesto la sfiducia per sostituirla, ma sono stati costretti a fare un passo indietro.

Latest News