Vos Thalassa, non vogliono andare in Libia: clandestini minacciano l'equipaggio

Dopo aver chiuso i porti alle ong, ora Salvini vuole rivedere la chiusura anche per le navi militari e annuncia che lo farà al primo vertice dei ministri degli interni Ue: "Dopo aver fermato le navi delle Ong, giovedì porterò al tavolo europeo di Innsbruck la richiesta italiana di bloccare l'arrivo nei porti italiani delle navi delle missioni internazionali attualmente presenti nel Mediterraneo. Possono minacciarmi, ma io non mi fermo!", ha aggiunto il ministro, accompagnando il post con l'hashtag #primagliitaliani. Non è quello però il ruolo principale svolto dalle unità militari di Sophia: secondo gli ultimi dati disponibili, solo il dieci per cento di tutti i migranti soccorsi è stato aiutato da navi dell'operazione Sophia, e di questo dieci per cento solo una minima parte è stato soccorso da navi non italiane (nei primi sei mesi del 2017, le navi militari straniere di Sophia soccorsero appena 770 migranti su 91 mila).

"Orgoglioso della Guardia Costiera italiana che con nave Diciotti ha preso a bordo 60 migranti che stavano mettendo in pericolo di vita l'equipaggio dell'incrociatore italiano Vos Thalassa", ha scritto su Twitter il ministro. "Ora avanti con le indagini per punire i facinorosi".

Ufficiale: Cristiano Ronaldo alla Juventus!
Per salutare società, tifosi e compagni di squadra, Cristiano Ronaldo ha voluto scrivere una lettera, pubblicata dal Real Madrid . Me ne vado, ma questa maglietta, questo scudo e il Santiago Bernabéu continueranno ad essere dentro di me ovunque io sia.


Ma successivamente la nave ha lasciato i migranti a una nave della guardia costiera italiana, la Diciotti, "che pure era più lontana rispetto ai libici che stavano entrando in azione", fa sapere il Viminale. Secondo il ministro dell'Interno, Matteo Salvini, l'imbarcazione privata è intervenuta ieri sera in acque Sar libiche "anticipando l'intervento delle Guardia costiera libica che era già stata allertata".

In particolare, a bordo della Vos Thalassa ci sarebbero stati dei tumulti provocati migranti che temevano di essere riportati in Libia. Un cambio di linea dovuto al fatto che a bordo, dopo il recupero dei migranti, si sono registrati momenti di tensione. Questo nonostante la nave sia intervenuta prontamente in seguito alla segnalazione di soccorso proveniente dalle acque libiche Sar ed inviata da un barcone in avaria. "La Guardia costiera italiana non può sostituirsi a quella libica, soprattutto se i colleghi africani sono già entrati in azione" aveva ribadito il Viminale. Come si apprende dal Viminale, "sono stati informati della situazione, oltre al premier Giuseppe Conte, anche il vicepremier Luigi Di Maio e il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli".

Latest News