Borotalco cancerogeno, Johnson&Johnson nuova condanna: maxi risarcimento per i danni provocati

Talco causava il cancro Johnson & Johnson condannata a pagare 4,7 miliardi di dollari   
                       
                
         Oggi alle

Talco causava il cancro Johnson & Johnson condannata a pagare 4,7 miliardi di dollari Oggi alle

La Johnson & Johnson, che in questi anni è stata denunciata da circa 9mila donne che sostengono di aver contratto il cancro alle ovaie a causa del talco, ha costantemente negato che i suoi prodotti possano essere collegati alla malattia.

A deciderlo è stata una giuria di St. Louis al termine di un processo durato cinque settimane e durante il quale ha avuto modo di ascoltare decine di esperti.

La giuria ha stabilito prima i danni compensativi, fissandoli in 550 milioni di dollari, e dopo essersi riunita nuovamente per un'ora ha deliberato i danni punitivi quantificandoli in 4,14 miliardi di dollari.

Non è la prima volta che l'azienda viene messa sotto accusa per i suoi prodotti a base di talco. I prodotti della società non contengono asbesto e non causano cancro alle ovaie, aggiunge Goodrich, prevedendo che il verdetto sarà capovolto.

Gli avvocati delle donne hanno detto che fibre di amianto e particelle di talco sono state trovate nei tessuti ovarici di molte donne.

Migranti, Salvini: 'Io non autorizzo nessuno a scendere dalla Diciotti'
E ha poi specificato: "attendo di sapere nomi, cognomi e nazionalità dei violenti dirottatori che dovranno scendere dalla Diciotti in manette".


La Johnson & Johnson è stata condannata ad un risarcimento da record da una Tribunale del Missouri che ha confermato il nesso causale tra il talco commercializzato dalla multinazionale americana e l'insorgere del cancro alle ovaie.

"Ci auguriamo che questo verdetto attiri l'attenzione del consiglio di amministrazione di J & J e che lo guiderà a informare meglio la comunità medica e il pubblico sulla connessione tra amianto, talco e cancro ovarico" ha detto Lanier.

In quel caso alla donna era stato diagnosticato un mesotelioma pleurico, un tumore che colpisce il tessuto che riveste gli organi interni.

Il portavoce dell'azienda di prodotti [VIDEO] J&J, Carol Goodrich, ha dichiarato di considerare il processo "ingiusto", promettendo di fare ricorso per capovolgere la situazione come già successo precedentemente con altre sentenze emesse a loro discapito. In un secondo momento, ha imposto a Johnson & Johnson il pagamento di danni punitivi pari a 4,14 miliardi di dollari, per una cifra totale di 4,69 miliardi di dollari. "I diversi errori presenti in questo processo sono stati peggiori di quelli nei precedenti processi che sono poi stati capovolti". "Johnson & Johnson - ha aggiunto - ha truccato i test per evitare di mostrare la presenza di asbesto".

Latest News