Lautaro Martinez: "Il progetto nerazzurro mi ha convinto subito"

Martinez a InterTV

Martinez a InterTV"Io a San Siro non vedo l'ora. Ecco perché Toro

Lautaro Martinez si presenta all'Inter: "Non ho nessuna pressione nell'indossare la numero 10, l'avevo anche al Racing".

Che impatto hai avuto qui? C'era un calciatore a cui ti ispiravi da bambino?

"Con Mauro eravamo in contatto prima del mio arrivo, lo ringrazio per tutte le attenzioni, mi ha chiamato una settimana prima del mio arrivo". Lavoriamo con il nostro allenatore con grande impegno. "Sin da bambino mi piaceva Radamel Falcao, i suoi movimenti e i suoi gol". In queste prime sessioni, c'è già stato modo di apprezzare le sue qualità palla al piede e la sua capacità di calciare e trovare la porta con estrema facilità. Sei stato accostato a Falcao e Tevez, in chi ti rivedi maggiormente? "Da quando l'Inter è arrivata per la prima volta in Argentina per trattami ho cominciato a vedere bene l'idea di giocare qui".

Club come Atletico, Real Madrid e Borussia Dortmund ti hanno cercato: perché l'Inter? Diego ha fatto un lavoro fenomenale: ora tocca a me Sin dall'inizio ho sempre amato questa idea. Ti senti pronto per la nazionale? "Sono qui per migliorare e ho la possibilità di farlo in una squadra importantissima".

Ad oggi ti vedi titolare con Icardi o solo una sua alternativa? "Lavorerò al massimo per guadagnarmi un posto da titolare e dare il meglio" ha dichiarato ancora Lautaro. Ci sono stati dei contatti. Che impressione ti ha fatto Spalletti?

"Benissimo, il gruppo a livello umano è formidabile ed è importantissimo". L'atmosfera rilassata ti aiutata a lavorare meglio. "Il mister ha le idee chiare e sappiamo tutti cosa fare in vista delle sfide che ci aspetteranno".

Milito è stato determinante, al Racing sei stato il suo successore: lo sarai anche qua all'Inter?

Chiara Ferragni, addio al nubilato a Ibiza: tutti i dettagli
In occasione della prossima uscita del singolo " Faccio quello che voglio " ha svelato qualche dettaglio su ciò che è accaduto. Che ne pensate? Riusciranno a trovare un equilibrio umano e a riprendere quell'amicizia interrotta?


"Milito mi ha parlato moltissimo dell'Inter, mi ha aiutato molto. Sarebbe bello poter lasciare una bella immagine come ha fatto lui".

Un aneddoto della storia dell'Inter che ti attrae?

Da dove arriva il soprannome El Toro?

CHAMPIONS - "Ricordo che stavo andando in Brasile ed ho visto che l'Inter perdeva una partita importante". Giocare la Champions è il sogno della mia vita. Non mi sentivo pronto per andare in altre squadre e quando è arrivata l'Inter, non ho avuto dubbi.

LAUTARO SULLE MAGLIA - "E' meno comune rispetto a Martinez". "Il mio soprannome me l'ha dato un mio compagno del Racing appena sono arrivato a Buenos Aires e mi è rimasto".

Hai mai visto un derby di Milano? "Conosco i derby italiani e so che le emozioni che proverò sono quelle che provavo in Argentina". L'ambiente che si respira dall'esterno è bellissimo ma da dentro è pazzesco.

Latest News