Di Maio boccia il Ceta: 'Sarà respinto dalla maggioranza'

Terra e Gusto

Di Maio boccia il Ceta: 'Sarà respinto dalla maggioranza'

Si tratta - sottolinea Moncalvo - di una prima, ma significativa analisi sulla mancata protezione dei marchi Made in Italy da parte dell'accordo di libero scambio siglato dall'Unione Europea con il Canada entrato in vigore ma che l'Esecutivo ha giustamente intenzione di chiedere al Parlamento di non ratificare, come del resto previsto nel contratto di governo.

"Siamo un paese fondatore dell'Unione Europea, non dobbiamo vergognarci di cambiare le regole", afferma Luigi Di Maio all'assemblea annuale di Coldiretti. E sui dazi, il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico ha aggiunto che bisogna smetterla di considerarlo un tabù. Il trattato tra Ue e Canada è malvisto dalla Coldiretti in quanto, secondo l'organizzazione, non tutelerebbe a sufficienza i prodotti made in Italy. "Se anche uno solo dei funzionari, che rappresentano l'Italia all'estero, continuerà a difendere trattati scellerati sarà rimosso". A margine dell'assemblea, Luigi Di Maio precisa la sua posizione sui voucher, che possono essere utilizzati "per specifiche mansioni e per fronteggiare determinati periodi dell'anno" ma non "per sfruttare la gente". Il presidente Roberto Moncalvo ha dichiarato che un prodotto su cinque in arrivo in Italia dall'estero non rispetta le normative in materia di tutela della salute e dell'ambiente o i diritti dei lavoratori, a partire da quella sul caporalato, vigenti nel nostro Paese.

Ue: Italia in affanno. Tria assicura: "Nessuna manovra bis"
Lo ha assicurato il Ministro dell'Economia , Giovanni Tria , al termine dell'incontro con il vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis .


Di Maio si schiera contro il trattato di libero scambio Europa-Canada (Ceta) e minaccia la sospensione dei funzionari che lo difendono. Il Comprehensive Economic and Trade Agreement, approvato dall'europarlamento nel 2017, è in attesa di tornare in aula per la ratifica che lo renderebbe del tutto applicabile, mentre per ora è valido solo in forma "provvisoria". "All'Italia conviene il Ceta perché siamo un Paese ad alta vocazione all'export e attraverso l'export creiamo ricchezza".

Latest News