Di Maio: "Meno ottomila posti? Lobby contro decreto Dignità"

Decreto Dignità Di Maio e Tria

Decreto Dignità Di Maio e Tria"Mai accusato il Mef troveremo la'manina" Oggi alle 16:22

Perche' nella relazione c'e' scritto che questo dl fara' perdere 8mila posti di lavoro in un anno. Secondo il leader M5S quel numero non ha alcun valore e non significa nulla, visto che sarebbe comparsonella relazione tecnica al Dl la notte precedente al suo invio al Quirinale per essere contro firmato. La verità è che "questo decreto dignità ha contro lobby di tutti i tipi", ha detto Di Maio in un video su Facebook commentando l'ipotesi di una contrazione dei posti di lavoro con il dl dignità.

Nel decreto è previsto anche lo stop alla pubblicità sui giochi e nel mirino di Di Maio ci sono anche le società che li gestiscono.

"C'è un altro numero nella relazione che accompagna il decreto, il numero di 8mila", ha precisato il ministro.

"Non è una cosa che ci hanno messo i miei ministeri, non è una relazione che hanno chiesto i miei ministeri e soprattutto la relazione non è stata chiesta dai ministri della Repubblica", continua il ministro. Ha accusato quindi le "lobby di ogni tipo" di porsi contro la novità promossa, in particolare, dalla sua realtà politica. LA BATTAGLIA DEI NUMERI " Leggo sui giornali di stamattina che questo decreto farebbe perdere 80mila posti di lavoro.

Incidente in moto, gravissimo il 16enne Pasquale Carlino, calciatore delle giovanili dell’Inter
Il giovane è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, dove ora lotta tra la vita e la morte. Pasquale era in sella assieme a un amico, il diciottenne Giuseppe Longobardi , in quel momento alla guida.


"A parte Avvenire, tutti i giornali prendono soldi dalle sponsorizzazioni dal gioco d'azzardo".

Non si è fatta attendere la risposta del Mef: "Le relazioni tecniche sono presentate insieme ai provvedimenti dalle amministrazioni proponenti, cosi' anche nel caso del decreto dignità, giunto al Mef corredato di relazione con tutti i dati, compreso quello sugli effetti sui contratti di lavoro della stretta anti-precari".

Secondo alcune indiscrezioni ci sarebbe la "volontà di fare pulizia" all'interno della Ragioneria dello Stato e al Mef per avere delle persone di fiducia. "Il Movimento 5 stelle non vuole l'accordo di libero scambio Ceta e Luigi Di Maio non trova di meglio che evocare lo spettro del licenziamento per i funzionari che rappresentano il nostro Paese all'estero" attacca in una nota Mara Carfagna, vicepresidente della Camera e deputato di Forza Italia.

Sul decreto dignità è ufficialmente giallo. "Le stime sono state effettuate sulla base dei dati relativi ai nuovi contratti a tempo determinato attivati dal 2014 al primo trimestre 2018 in possesso del Ministero del Lavoro e sulla base delle informazioni desunte dagli archivi dell'Istituto".

Latest News