La Ue è un "nemico" degli Usa

Campagna pro Brexit troppo costosa denunciato il promotore Darren Grimes dalla Commissione elettorale

La Ue è un "nemico" degli Usa

Il presidente della Commissione Jean-Claude Juncker, dopo aver definito "più importante che mai" la partnership con la Cina, ha salutato con soddisfazione il primo "scambio di offerte" sull'accesso al mercato sul fronte investimenti. Proprio in queste ore la Cina ha presentato al Wto un ricorso contro la nuova ondata di tariffe annunciata da Trump su beni per 200 miliardi di dollari. E al termine ha raccontato che dinanzi a un the hanno discusso della spinosa questione dell'uscita della Gran Bretagna dall'Unione europea. E Bruxelles, ecco la differenza con Washington, ritiene ancora che la strategia migliore per spingere Pechino sulla strada delle riforme sia il dialogo all'interno delle organizzazioni internazionali.

Di Maio boccia il Ceta: 'Sarà respinto dalla maggioranza'
E sui dazi , il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico ha aggiunto che bisogna smetterla di considerarlo un tabù.


Gli altri punti di intesa raggiunti sono poca cosa: una cooperazione per rilanciare l'accordo sul clima di Parigi (anche questo picconato da Trump), l'impegno a estendere entro ottobre il riconoscimento dei prodotti a indicazione geografica tipica, partita che interessa da vicino all'Italia. Abituato a rompere le convenzioni, e sempre in tema di Brexit, il presidente americano ha anche violato il protocollo reale rendendo pubblici i contenuti del suo colloquio privato con la regina Elisabetta II: Trump ha "spifferato" che la regina ritiene la Brexit un "problema molto complesso". Hanno approfittato di noi: non lo direste dell'Ue, ma sono nemici. Il polacco Tusk presidente del Consiglio UE, che attraverso Twitter afferma: "L'America e l'UE sono ottimi amici".

Latest News