Morta la donna tamponata in autostrada da Marco Paolini

La 500 di Alessandra Lighezzolo dopo l’incidente sulla A4

La 500 di Alessandra Lighezzolo dopo l’incidente sulla A4

L'accusa, per lui, potrebbe ora passare da "lesioni aggravate" a "omicidio colposo".

Non ce l'ha fatta Alessandra Lighezzolo, 53 anni di Arzignano, rimasta gravemente ferita nel tamponamento sulla A4 di martedì pomeriggio, dall'auto dell'attore Marco Paolini.

Nell'urto la vettura ha superato la barriera tra le due carreggiate, finendo sulla corsia della tangenziale Ovest, che corre a fianco della A4. L'incidente era avvenuto sull'autostrada A4, all'altezza di Verona: Paolini si trovava al volante di una Volvo quando, forse a causa di un attimo di distrazione, aveva tamponato la Fiat 500 delle due donne. Difficile l'intervento dei Vigili del fuoco per estrarre le due occupanti dell'utilitaria.

Salvini annuncia: "Non entrerà un migrante in più in Italia"
La Libia avrebbe lasciato morire una donna e un bambino che erano a bordo di un gommone in difficoltà. Una donna morta, stesa su un relitto che ondeggia sulla superficie del mare.


Ma Paolini non ha alcuna intenzione di sottrarsi alle sue colpe, anzi. Una delle due donne è ricoverata in gravissime condizioni all'ospedale di Borgo Trento. Una di loro è stata portata in ospedale, dove si trova in gravi condizioni.

L'attore, sotto choc, sentito a lungo dagli agenti della Polstrada, ha avuto un atteggiamento fortemente collaborativo.

"Lo spettacolo di Marco Paolini Tecno Filò, previsto a Senigallia domenica prossima (22 luglio) in piazza Garibaldi per Filanda Festival e organizzato da Comune e Amat, è stato annullato in conseguenza del grave incidente stradale in cui l'attore veneto è stato coinvolto nella giornata di maartedì - hanno fatto sapere gli organizzatori - I biglietti acquistati in prevendita saranno rimborsati nei punti vendita dove sono stati comperati (direttamente su Vivaticket, se comprati online) entro e non oltre il 3 agosto prossimo". L'attore bellunese, celebre per le sue 'orazioni civilì in teatro, come 'Vajont', e il vasto impegno nelle produzioni culturali, pur sconvolto ha dato immediatamente piena collaborazione agli investigatori: si è sottoposto all' alcoltest, risultato negativo, ai prelievi biologici, ha consegnato lo smartphone per i controlli di rito - ma non era al telefono in quel momento - ed ha ammesso le proprie responsabilità.

Latest News