Allarme legionella nel Milanese: muore il terzo anziano a Bresso

Allarme legionella nel Milanese: muore il terzo anziano a Bresso

Allarme legionella nel Milanese: muore il terzo anziano a Bresso

Non solo Italia. Secondo quanto riportato nell'ultimo rapporto annuale del centro Europeo per il Controllo delle malattie (Ecdc) che si riferisce al 2015 i casi sono in aumento in tutta Europa. E la procura di Milano ha aperto un'inchiesta.

Le legionelle si trovano soprattutto nell'acqua, ne sono state trovate nei fiumi, nei laghi e negli impianti idrici cittadini ma sono presenti anche nei terreni.

Al momento è di 18 persone contagiate e tre vittime il bilancio dell'infezione di Legionella che si è verificata nella vicina Lombardia. Si tratta di un territorio ristretto che sarebbe in buona parte sovrapponibile a quello dell'emergenza 2014. L'anziana aveva 84 anni ed era ricoverata all'ospedale Bassini di Cinisello Balsamo (Milano), dove sono avvenuti gli altri due decessi.

Diciotto gli infettati da legionella.

"È in atto un'attività di verifica dei siti e delle abitazioni dove abitano le persone ammalatesi di legionella - ha spiegato all'Ansa l'assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera -".

GP Monza, A Milano uno show con le monoposto
L'avevamo già visto a Londra nel 2017 e, quest'anno, a Shangai e Marsiglia . In ottobre, inoltre, si terrà anche a Miami . L'ingresso sarà libero per tutti.


"Da questi ambienti la legionella raggiunge quelli artificiali come condotte cittadine e impianti idrici degli edifici, quali serbatoi, tubature, fontane e piscine, che possono agire come amplificatori e disseminatori del microrganismo, creando una potenziale situazione di rischio per la salute umana".

Il virus fu identificato per la prima volta nel 1976 quando gli ex combattenti dell'American Legion furono infettati da questo batterio. Ovviamente la malattia si può curare, tramite antibiotici che dovranno essere prescritti dal medico.

I principali sintomi di questa malattia corrispondono a brividi e febbre alta, mal di testa, tosse secca o grassa e dolori al torace.

È consigliabile, per esempio, evitare di bagnare i giardini con irrigatori a spruzzo, con canne di plastica lasciate al sole; attenzione anche agli aerosol, per i quali è meglio non utilizzare acqua del rubinetto; attenzione anche alla doccia calda, meglio evitare di respirare il primo vapore che esce (il batterio vive e prolifera a temperature che vanno dai 20 ai 45 gradi centigradi, mentre a temperature superiori ai 55 gradi muore). Età avanzata, fumo e un sistema immunitario debole sono concause che possono aggravare l'infezione e rendere più difficile e lunga la guarigione. In presenza di tali sintomi, per accertarsi che non si tratti di legionella occorre procedere con test diagnostici specifici: l'isolamento del batterio dallo sputo, l'analisi degli antigeni nelle urine e il livello di anticorpi nel sangue.

Dopo un periodo di incubazione variabile da 2 a 10 giorni (in media 5-6 giorni), si manifesta come una polmonite infettiva, con o senza manifestazioni extrapolmonari.

Latest News