Spettacolo unico nel cielo: Marte vicinissimo alla Terra. Ecco a che ora

Il 31 luglio 2018 Marte raggiunge la distanza minima dalla Terra

2018 Marte raggiunge la distanza minima dalla Terra

La separazione massima dei due pianeti è di circa 401 milioni di chilometri, e la distanza media è di 225. Il 31 luglio tocca alla distanza minima e, a partire dal tramonto, potremo già osservarlo quando sorgerà verso Sud-Est, pochi gradi al di sotto della Luna, nella costellazione del Capricorno. Stasera Marte sarà alla minima distanza dalla Terra, più grande e luminoso che mai! Raggiungerà il punto più vicino alla Terra intorno alla mezzanotte, restando visibile per gran parte della notte. Marte, inoltre, continuerà a essere abbastanza visibile fino a metà agosto, quando la sua luminosità inizierà a diminuire e comincerà ad allontanarsi dalla Terra. Ad ogni incontro la distanza tra i due pianeti varia, la traiettoria è infatti disturbata anche dall'attrazione gravitazionale esercitata da Giove. E questa sera ci sarà il picco: "solo" 57,6 milioni di chilometri separeranno Terra e Marte.

"Si tratta di un fenomeno interessante, perché durante l'opposizione il pianeta rosso è completamente illuminato dal Sole e alla distanza minore dalla Terra".

Trump e Conte fanno diventare carta straccia il contratto di governo
Conte, da Trump le garanzie che mi aspettavo - "Trump mi ha dato le garanzie che mi aspettavo. La cosa importante - aggiunge - è che l'Italia sia al centro di questo confronto ".


Marte è così vicino al nostro Pianeta per uno speciale allineamento astronomico con il Sole e la Terra, che gli esperti chiamano opposizione e che la sera del 27 luglio, la stessa dell'eclissi di Luna del secolo, ha visto il pianeta rosso dalla parte opposta del Sole, con la Terra in mezzo. Ecco perchè non tutti i loro "avvicinamenti" sono uguali. Il massimo avvicinamento di questo millennio avverrà invece l'8 settembre 2729. "La Nasa nei giorni scorsi ha ad esempio potuto scattare alcune immagini straordinarie, che mostrano una tempesta di sabbia globale che copre molti dettagli della superficie marziana", ha concluso. "Se così fosse - rileva la Nasa - sulla Terra avremmo enormi problemi legati all'attrazione gravitazionale di Marte e Luna insieme". Per il prossimo incontro ravvicinato con Marte occorrerà attendere il 6 ottobre 2020, ma non sarà come quest'anno.

Vedremo quindi Marte particolarmente grande e luminosissimo.

Latest News