F1, Ricciardo va alla Renault: addio alla Red Bull a fine stagione

Ricciardo Red Bull

Carlos Sainz e Daniel Ricciardo

È Daniel Ricciardo a spostarsi e ad abbandonare Red Bull in modo del tutto inatteso dopo una trattativa durata settimane che sembrava preludere invece ad un rinnovo di contratto. Dopo l'addio alla Red Bull ufficializzato stamane, arriva il comunicato della scuderia francese, che annuncia di aver ingaggiato il pilota australiano per la prossima stagione. "Rispettiamo pienamente la decisione di Daniel di lasciare l'Aston Martin Red Bull Racing - ha commentato il presidente Christian Horner - e gli auguriamo tutto il meglio per il suo futuro". Lo ringraziamo per la sua dedizione e per il ruolo che ha avuto dal 2014. "Dal nostro punto di vista continueremo a valutare le numerose opzioni possibili prima di decidere chi mettere al fianco di Max Verstappen nella prossima stagione (il grande favorito a questo punto sembrerebbe Pierre Gasly, ndr). Nel frattempo pensiamo ancora al 2018 e alle nove gare che mancano, nelle quali vogliamo dare il massimo". In un comunicato stampa il team Renault Sport F1 conferma che Ricciardo affianchera' Nico Hulkenberg nel Mondiale del 2019. "La firma di Daniel Ricciardo rappresenta un'opportunita' unica per raggiungere questo obiettivo". Il talento e il carisma indiscussi di Daniel sono di enorme importanza per il team. Faremo di tutto per ripagare la fiducia che lui ha riposto in noi dandogli la macchina migliore.

Ecco cosa ha studiato Alessio Figalli per vincere la medaglia Fields
E' il secondo italianoa ricevere l'ambito riconoscimento dopo 44 anni di assensa del tricolore. Si tratta, infatti del più importante riconoscimento per i matematici.


Queste le prime parole di Ricciardo: "Ad ora è stata probabilmente una delle decisioni più difficili da prendere nella mia carriera, ma ho pensato che fosse giunto il momento per me di affrontare una nuova sfida". Capisco che c'è ancora molto davanti a me per consentire a Renault di raggiungere il suo target di competitività al livello più alto, ma sono rimasto colpito dai loro progressi in soli due anni, e so che ogni volta che Renault ha intrapreso una strada ha poi vinto. "Spero di essere in grado di aiutarli in questo avventura sia in pista che fuori".

Latest News