Bambina italiana uccisa da una medusa nelle Filippine

Una cubomedusa

Una cubomedusa

Una bambina romana di 7 anni, Gaia Trimarchi, è morta durante una vacanza nelle Filippine dopo essere venuta a contatto con una medusa.

Purtroppo non ci sono state le giuste informazioni sulla presenza in acqua di quel particolare tipo di medusa, la cubomedusa, e sull'imbarcazione doveva essere presente un kit di pronto soccorso. Altrettanto invisibile, ma più pericolosa è la cubomedusa, o jellyfish box, una medusa estremamente velenosa tipica dei mari tropicali (frequenta anche l'Adriatico, ma l'esemplare nostrano non è così pericoloso). Lei stava in un punto dove l' acqua è bassa, raccoglieva conchiglie, era una sua passione.

Si stima che se un totale di 6 m di tentacoli viene a contatto con la pelle umana la quantità di veleno iniettato è sufficiente a causare la morte in pochi minuti. I medici non hanno potuto fare niente quando la bambina è arrivata ormai in fin di vita.

Napoli, Insigne non ha dubbi: "Con Ancelotti abbiamo scoperto un grande uomo"
Ne ha parlato Lorenzo Insigne , che ha osservato: "Saranno 10 giorni intensi per arrivare al meglio all'inizio del campionato". L'attaccante ha speso parole dolcissime per Ancelotti: " Abbiamo scoperto un grande uomo , ci sta dando tanto".


Provoca uno choc anafilattico immediato: la sua "strisciata" è dolorosissima e provoca una intensa sensazione di calore. E tutte le conseguenze dovute a una puntura di vespa di mare non hanno tardato a manifestarsi sul corpo della bimba: una sola ora è trascorsa prima che la situazione diventasse irreparabile, lasciando uno scenario di dolore nella famiglia di Gaia e una scia di dibattito sulla scarsa prevenzione che ha probabilmente contribuito al verificarsi di questa tragedia. Non vive nel Mediterraneo e ha tentacoli che possono arrivare fino a tre metri di lunghezza. Di piccole dimensioni, la sua puntura non è in alcun modo letale e può provocare appena qualche prurito, così come nel caso della Cassiopea mediterranea, altro celenterato innocuo ma comunque urticante. La cubomedusa è piccola e trasparente, e ha quattro lunghi tentacoli. Gaia aveva sempre avuto una grande passione per il nuoto e, appena arrivate le vacanze e la fine della scuola, si era trasferito con il padre - anche lui romano - a Muntinlupa City, nella casa di famiglia.

Gaia Trimarchi poteva essere salvata?

Latest News