F1 | Hungaroring, test day 1: Giovinazzi segna il giro record della pista

Test Hungaroring Giorno 1 Ore 16 Giovinazzi fa il nuovo record della pista con la Ferrari

F1 | Hungaroring, test day 1: Giovinazzi segna il giro record della pista

Il pilota di Martina Franca, dopo aver girato nelle FP1 venerdì con l' Alfa-Sauber, è tornato in pista in questa due giorni di test, prima con la Ferrari e poi nuovamente con la Sauber. Lavoro sull'ala anteriore per la Mercedes in vista dei prossimi Gran Premi, con Russell che ha chiuso al quinto posto precedendo la Red Bull di Ricciardo e la Force India di Latifi. "Il tempo di 1'16" 171 fatto registrare da Raikkonen resta inavvicinabile per chiunque, ma sottolineiamo con piacere l'ottimo secondo posto di Robert Kubica al volante della Williams, che affidandosi al polacco anche in gara otterrebbe certamente risultati migliori.

Quarta posizione per la McLaren di Norris che ha chiuso con 43 millesimi di ritardo dalla terza posizione.

Da notare che tutte le squadre hanno preferito concentrare il lavoro nel corso della mattina e nel primo pomeriggio, lasciando praticamente vuote le ultime due ore e mezzo di test. Chiude la top ten Brendon Hartley. Ecco dunque il commento di Antonio Giovinazzi ai test di ieri: "Tornare su una Rossa è sempre bellissimo".

Due neonate muoiono di pertosse
Le piccole erano inizialmente in cura ad Alzano Lombardo e a Treviglio per essere poi trasferite al Papa Giovanni di Bergamo .


Il tempone è stato ottenuto con gomma Hypersoft dopo una lunga sessione durata ben 96 giri durante i quali il giovane pilota dell'Academy di Maranello ha provato un po' tutte le mescole. Non ho idea se nel giro lanciato ho avuto a disposizione una mappatura da qualifica, ma il grip con la Hypersoft è fantastico, mi sono veramente divertito in quei giri lanciati. Chi però non ci sarà sarà la Haas, che già qualche giorno fa aveva dichiarato che non avrebbe peso parte ai due giorni di test a Budapest per questioni economiche. Tra questi non possiamo non dare spazio al pilota italiano Antonio Giovinazzi, che oggi dovrebbe vestire i colori della Sauber Alfa Romeo. La sessione di prove è stata interrotta da un forte acquazzone che ha costretto Giovinazzi e i piloti degli altri team impegnati - tra cui Daniel Ricciardo, Red Bull e Nicolas Huldenberg, Renault - a riparare ai box. Tutte le monoposto sono state bardate di sensori e rastrelliere per studiare i flussi aerodinamici: tant'è vero che i piloti hanno fatto parecchi out-in dalla pit oltre a mantenere un'andatura costante per agevolare le rilevazioni.

Ottava posizione invece per Nico Hulkenberg con la Renault.

Latest News