Aereo d'epoca precipita sulle Alpi: 20 morti in Svizzera

Un aereo della seconda guerra mondiale del'areonautica militare elvetica, il Ju-52 HB-HOT, soprannominato "Tante Ju" (la zia Ju, ndr.) ora utilizzato per voli turistici, è precipitato nella zona del Piz Segnas, sopra Flims nella Surselva, nel cantone dei Grigioni, a un'altezza di 2540 metri. Si tratta di un ex velivolo dell'aeronautica militare svizzera. Un piccolo velivolo - Socata TB-10 - si è schiantato al suolo, causando poi un incendio che si è diffuso in tutta l'aera circostante, rendendo più complicate le operazioni di soccorso. Lo ha confermato la polizia. I passeggeri erano tutti turisti che facevano parte di una comitiva svizzero-tedesca mentre l'equipaggio era di nazionalità austriaca.

A Giovanni Gallavotti il 'Nobel' per la fisica matematica
Per il 77enne è stato un premio alla carriera e al lavoro fatto in questa materia nei tanti anni di lavoro fatti sia in Italia che all'estero.


In particolare, venerdì scorso dopo l'arrivo a Magadino, piccola frazione del Canton Ticino, i turisti hanno fatto un'escursione in una grotta a Meride (sempre nel Canton Ticino) per poi spostarsi a Lugano dove hanno dormito. All'areodromo di Magadino l'aereo non ha subito manutenzione né ha fatto rifornimento. L'Ufficio federale dell'aviazione civile (UFAC) ha indicato ieri di aver chiuso lo spazio aereo nell'area del Piz Segnas fino a questa sera. Sul posto, da quanto riferisce il quotidiano svizzero, sono intervenuti diversi elicotteri e alcuni aiuti sono arrivati anche dal cantone Glarona, nel versante nord della montagna. L'aereo viene spesso notato, nel suo procedere nel cielo, perché si sposta lentamente: ha una velocità di crociera di 180 km/h. I 3 velivoli della Ju-Air, un'associazione che propone voli panoramici con i celebri aeromobili, operano dall'aerodromo di Dübendorf.

Latest News