Il Papa: "Pena di morte inammissibile, cambia Catechismo Chiesa"

Il Papa:

Il Papa: "Pena di morte inammissibile, cambia Catechismo Chiesa"

La Comunità di Sant'Egidio accoglie "con riconoscenza e soddisfazione" la decisione di Papa Francesco: "La decisione del papa è un'ulteriore spinta alla Chiesa e ai cattolici, a partire dal Vangelo, a rispettare la sacralità della vita umana e a impegnarsi in ogni continente e a ogni livello per l'abolizione di questa pratica disumana".

"Pertanto - conclude il Rescritto - la Chiesa insegna, alla luce del Vangelo che la pena di morte è inammissibile perché attenta all'inviolabilità e dignità della persona e si impegna con determinazione per la sua abolizione in tutto il mondo".

Questo il nuovo testo del paragrafo relativo alla pena di morte: "Per molto tempo il ricorso alla pena di morte da parte della legittima autorità, dopo un processo regolare, fu ritenuta una risposta adeguata alla gravità di alcuni delitti e un mezzo accettabile, anche se estremo, per la tutela del bene comune". In pratica si dice che nessuna persona mai è persa anche se ha commesso i crimini più orrendi. "Infine, sono stati messi a punto sistemi di detenzione piu' efficaci, che garantiscono la doverosa difesa dei cittadini, ma, allo stesso tempo, non tolgono al reo in modo definitivo la possibilita' di redimersi".

Svolta nel Catechismo della Chiesa Cattolica: è stata abolita definitivamente qualunque concessione alla pena di morte, che diventa così sempre inammissibile. Benedetto XVI richiamava "l'attenzione dei responsabili della società sulla necessità di fare tutto il possibile per giungere all'eliminazione della pena capitale" e successivamente auspicava ad un gruppo di fedeli che "le vostre deliberazioni possano incoraggiare le iniziative politiche e legislative, promosse in un numero crescente di Paesi, per eliminare la pena di morte e continuare i progressi sostanziali realizzati per adeguare il diritto penale sia alle esigenze della dignità umana dei prigionieri che all'effettivo mantenimento dell'ordine pubblico".

TG1 - BERGAMO Due neonate morte di pertosse
Questo è il caso del vaccino contro la pertosse , dove addirittura la malattia stessa non fornisce una protezione permanente ". In seguito a parossismi, si possono verificare anche casi di apnea, cianosi e vomito.


La pena di morte "è inammissibile perché attenta all'inviolabilità e dignità della persona", ha affermato Papa Francesco. Il Vaticano vuole in tal senso lottare per una moratoria mondiale della pena di morte, è un suo obiettivo concreto e per raggiungerlo eserciterà tutta l'influenza di cui dispone.

Il testo recepisce le parole pronunciate dal papa l'11 ottobre 2017 nel discorso ai partecipanti all'incontro promosso dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione. "In questo sviluppo - sottolinea il cardinale Ladaria - è di grande importanza l'insegnamento della Lettera enciclica Evangelium vitae di Giovanni Paolo II" che annoverava tra i segni di speranza di una nuova civiltà della vita "la sempre più diffusa avversione dell'opinione pubblica alla pena di morte". Nel testo si parla della riforma al Catechismo della Chiesa Cattolica. Il rescritto contro la pena capitale è stato promulgato tramite pubblicazione su L'Osservatore Romano, entrando in vigore lo stesso giorno, e quindi pubblicato sugli Acta Apostolicae Sedis.

Insomma, un'ammissione in piena regola, dietro la quale diversi Stati che ancora mettono in atto questa forma estrema di punizione si trinceravano per giustificare il loro operato. Se, invece, i mezzi incruenti sono sufficienti per difendere dall'aggressore e per proteggere la sicurezza delle persone, l'autorità si limiterà a questi mezzi, poiché essi sono meglio rispondenti alle condizioni concrete del bene comune e sono più conformi alla dignità della persona umana.

Che ne pensate unimamme?

Latest News