Arabia Saudita e Canada, nervi tesi

L’Arabia Saudita ha espulso l’ambasciatore del Canada per protesta contro le “interferenze” nei suoi affari interni del governo canadese

Scontro Ottawa e Riad, l'Arabia Saudita sospende i voli per il Canada

La compagnia aerea di bandiera ha sospeso i voli da e per Toronto.

Già in passato il Primo Ministro Justin Trudeau aveva espresso le sue perplessità e le preoccupazioni a proposito della politica estera condotta dall'Arabia Saudita e ora l'espulsione dell'ambasciatore del Canada potrebbe rappresentare un punto di non ritorno nei rapporti tra i due Paesi che, già nelle ultime ore, hanno subito un deciso "raffreddamento".

Riyadh ha espulso l'ambasciatore canadese e ha richiamato il suo ambasciatore in Canada. La monarchia del Golfo ha annunciato anche la sospensione di tutti i programmi di studio e formazione in Canada e il trasferimento dei suoi studenti in altri Paesi.

La reazione saudita non si è fatta attendere e non si è limitata alla sfera diplomatica: il regno ha infatti bloccato tutte le transazioni commerciali e gli investimenti.

ESCLUSIVA - Cavani a Napoli: il 9 agosto il Matador arriva in città
Una suggestione che ha una sua deadline , quasi, ufficiale, scolpita nella mente di ogni tifoso del Napoli: giovedì 9 agosto . La torrida estate che stiamo vivendo si piazza, dunque, al momento al terzo posto della ideale classifica.


Una portavoce del ministro degli Esteri canadese, tuttavia, ha detto che il Canada "lavorerà sempre per la protezione dei diritti umani globali, compresi i diritti delle donne in alto grado, e la libertà di espressione". L'immagine ha scatenato una ridda di proteste, anche alla luce del fatto che la maggior parte dei dirottatori dell' 11 settembre erano di nazionalità saudita.

Lo stesso ministro Freeland ha denunciato in un tweet, la settimana scorsa, l'arresto di Samar Badawi, che guida la campagna per la liberazione del fratello Raef al-Badaoui, un blogger dissidente, e di Walid Abu al-Khair, il suo ex-marito. I colleghi sauditi hanno definito le dichiarazioni di Ottawa un "attacco al regno", sottolineando che "non sarà accettata alcuna forma di interferenza". "Sotto la nuova leadership del principe della corona Mohamed bin Salman, è stato cancellato anche il minimo ambito d'azione per chi difende i diritti umani", ha aggiunto Maalouf.

Il ministero degli Esteri del Canada aveva richiesto l'immediato rilascio degli attivisti per i diritti umani arrestati dai militari sauditi.

L'Arabia Saudita accusa il Canada di interferire negli affari interni e espelle l'ambasciatore canadese.

Latest News