Bce, consumi e redditi al palo in Italia e Spagna

Bce, consumi e redditi al palo in Italia e Spagna

Bce, consumi e redditi al palo in Italia e Spagna

"L'economia dell'Area dell'euro prosegue su un percorso di crescita solida e generalizzata".

Analogo discorso per i redditi da lavoro: nonostante gli incrementi generalizzati, in alcuni Paesi rimangono significativamente al di sotto dei livelli registrati prima del 2008. "Questi dati aggregati, tuttavia, celano ampie differenze". Dall'altra la zona "periferica" del sud, dove oltre all'eterna malata Grecia a soffrire sono Spagna e Italia. A tirare le somme il bollettino economico della Banca Centrale Europea, che conferma il calendario di marcia - riduzione degli acquisti di titoli a 15 miliardi di euro al mese fra ottobre e dicembre e stop a gennaio, tassi in rialzo dopo l'estate 2019.

Un andamento che la Bce mette in relazione con quello dei redditi da lavoro dipendente che, sempre in Italia e Spagna, sono rimasti "significativamente inferiori rispetto a prima della crisi", con l'aggravante di una elevata insicurezza dei percettori di redditi da lavoro poco qualificato.

F1, Alonso risponde a Horner: "La hit dell'estate"
Christian Horner ha sicuramente animato la pausa estiva di Formula 1 con alcune dichiarazioni critiche su Fernando Alonso . Tende a provocare il caos ovunque vada.


La vigorosa espansione dell'occupazione riflette inoltre una maggiore partecipazione al mercato del lavoro da parte dei lavoratori più anziani e delle donne. I dazi, inoltre, hanno ridotto il contributo degli scambi commerciali.

Con un tasso di disoccupazione che in alcuni Paesi non è ancora tornato ai livelli pre-crisi, i rischi correlati a tale fenomeno continuano a frenare, in qualche misura, la crescita dei consumi. "Per contro, i consumi in Italia e in Spagna non hanno ancora evidenziato una completa ripresa" sottolinea l'Eurotower, precisando però che a partire dal 2013 tutti gli Stati hanno registrato un andamento chiaramente improntato all'espansione. Anche il reddito netto da interessi è "rimasto abbastanza stabile in Germania e Francia, meno in Italia e in Spagna". "Da noi il calo dei redditi da interessi è stato molto più ingente, poiché le famiglie italiane detengono una quantità relativamente ampia di attività fruttifere di interessi e sono relativamente meno indebitate".

Latest News