Ministero della Salute ritira dal commercio l'acqua Santa Croce: ecco i dettagli

Ministero della Salute ritira dal commercio l'acqua Santa Croce: ecco i dettagli

Ministero della Salute ritira dal commercio l'acqua Santa Croce: ecco i dettagli

Le bottiglie di acqua, infatti, potrebbero contenere particelle in sospensione da caratterizzare. Pertanto l'azienda Santa Croce, evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello "Sportello dei Diritti", invita a "non consumare i prodotti appartenenti al lotto sopraindicato e a restituirli al punto vendita".

Lo scorso 11 giugno, la San Benedetto S.p.A., importante società multinazionale avente sede a Scorzè (Venezia) ha disposto il ritiro del del lotto 23LB8137E di acqua minerale naturale denominata "Fonte Primavera" ed avente come scadenza il 16 novembre 2019 per la forte presenza di idrocarburi aromatici. La comunicazione è stata diffusa ieri, venerdì 10 agosto, e ha portato al ritiro dagli scaffali del supermercato delle bottiglie di vetro da un litro.

Preservativi Durex ritirati dal mercato: "Non sono sicuri".

Spalletti: "Con Modric saremmo fortissimi, ma non credo arriverà all'Inter"
Spalletti non si sbilancia, ma non fa trapelare ottimismo: "Certe domande vanno fatte al direttore Ausilio , se ne occupa lui". Quanto si alza la garra della partita qualcuno abbassa il proprio rendimento e questo non va bene.


Il "richiamo cautelativo" riguarda le bottiglie uscite dallo stabilimento Sorgente Fiuggino-Canistro, in provincia dell'Aquila, con numero di lotto BL060A10 e data di scadenza marzo 2020. É stato lo stesso produttore a richiamare le bottiglie in via precauzionale, aggiungendo che "Si garantisce l'assoluta purezza per tutti gli altri prodotti".

Dopo aver individuato la presenza di alcune particelle in sospensione da caratterizzare nelle bottiglie di vetro dell'acqua oligo-minerale Santa Croce, il Ministero ha esortato i consumatori a non berla e a riportare le bottiglie nel negozio in cui sono state acquistate. Per il momento, il ritiro è stato disposto solo per il lotto su indicato.

La Santa Croce a Canistro era concessionaria anche della Sant'Antonio Sponga, la sorgente più grande, fino alla revoca da parte della Regione Abruzzo, circa due anni e mezzo fa, per motivi impugnati dall'imprenditore Colella che ha innescato un duro contenzioso con ingenti istanze di risarcimento danni con l'ente pubblico. Chi ha in casa acqua "Santa Croce - Oligominerale", nel formato da 1 L in vetro, dunque, eviti di bere e riporti il prima possibile le bottiglie nel supermercato dove sono state comprate.

Latest News