Crollo ponte, polemica su Autostrade

Crollo ponte, polemica su Autostrade

Crollo ponte, polemica su Autostrade

Il governo vuole la revoca della concessione alla società Autostrade per l'Italia dopo il crollo del ponte Morandi a Genova che ha fatto decine di vittime.

"I responsabili hanno un nome e un cognome: Autostrade per l'Italia - ha tuonato Luigi Di Maio in un'intervista a Radio Radicale - Dopo anni che si è detto che le cose dai privati sarebbero state gestite molto meglio, ci troviamo con uno dei più gradi concessionari europei che ci dice che quel ponte era in sicurezza. Se non sono capaci di gestire le nostre Autostrade, lo farà lo Stato". "Si dimettano i vertici". "E' possibile, in caso di inadempienze, ritirare la concessione e far pagare multe fino a 150 milioni di euro". Le strutture tecniche di Autostrade per l'Italia stanno fornendo alle istituzioni competenti tutto il supporto necessario per l'accertamento delle cause del tragico evento e per il ripristino dell'autostrada nei tempi più rapidi possibili. "E visto che ci sono state gravi inadempienze, annuncio fin da ora che abbiamo attivato tutte le procedure per l'eventuale revoca delle concessioni, e per comminare multe fino a 150 milioni di euro", ha annunciato il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. "Toninelli ha avviato le procedure" per il ritiro della concessione.

Si aggiorna di ora in ora il bilancio delle vittime del disastro di Genova, dove ieri mattina è crollato un vasto tratto del ponte Morandi, un viadotto dell'autostrada A10 che attraversa la città. Ora basta sciacallaggio noi vogliamo le grandi opere utili. Naturalmente Autostrade per l'Italia, controllata da Atlantia (Benetton) non è l'unico concessionario: ma gestisce da sola una buona metà della rete, 2854,6 km (che diventano 2964,6 se si aggiunge la rete delle controllate) su 6668 km complessivi, anche se ci sono (oltre all'Anas, che gestisce direttamente 904,6 km senza pedaggio) altri 23 concessionari.

Sky: è fatta per Castillejo, Bacca torna al Villarreal
Una volta sanciti formalmente gli accordi, il calciatore arriverà in Italia per sostenere le visite mediche con il club rossonero. Il Milan aveva esigenza di trovare una sistemazione definitiva per Bacca ed una valida alternativa a Suso e Calhanoglu .


Oltre alle dimissioni dei vertici di Autostrade, Toninelli ha annunciato che per Genova "verrà usato il Fondo Emergenze della Protezione civile per ripristinare la viabilità ordinaria, prendendo in considerazione anche la possibilità di prolungare fino a Voltri la 'Strada a mare'". "E pensiamo soprattutto a rendere sicura questa nostra malridotta Italia", ha scritto il ministro.

Anche il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha attaccato la società Autostrade, nel corso di un'intervista a Radio 24. "Sono d'accordo sul togliere la gestione a chi non si è dimostrato all'altezza, nonostante guadagni miliardi". "Il presidente del Consiglio è già in riunione a Genova". Al di là dei morti c'è un danno economico e sociale inimmaginabile. Evidentemente non ha fatto quello che doveva, e non ha speso i soldi che doveva.

Sui vigili del fuoco "ho ereditato un piano assunzioni di 1600 unità, stiamo lavorando per assumerne 1.500 nell'arco di un anno", ha aggiunto Salvini.

Latest News