Vaccini: Di Maio, in M5S idee malsane, non siamo contro

Vaccini: Di Maio, in M5S idee malsane, non siamo contro

Vaccini: Di Maio, in M5S idee malsane, non siamo contro

"Questo governo ha più del 60% dei consensi, mentre l'estabilishment Ue sarà spazzato via da elezioni storiche". Cosi' il vicepremier Luigi Di Maio in una intervista al Corriere della sera. Di Maio precisa che M5S non è contrario alle vaccinazioni: "Voglio mettere a tacere qualche idea malsana contro i vaccini". In particolare, sul caso della mamma no-vax di questi ultimi giorni il Ministro del Lavoro aggiunge "C'è un disegno di legge che sarà approvato nei tempi parlamentari, quindi il nuovo anno scolastico inizierà in regime di decreto Lorenzin". Da parte sua, il ministro ha spiegato che "i provvedimenti fondamentali del contratto li faremo col massimo rispetto degli equilibri di bilancio, ma anche chiedendo all'Europa di farci fare le riforme che ci permetteranno di abbattere il debito pubblico". Si è poi preoccupato di specificare anche che il tetto del 3% nel rapporto deficit/PIL non verrà sforato, come imposto dal Patto di Stabilità e Crescita del 1997. Con Conte e Tria convinceremo la Ue a farci fare riforme che porteranno all'abbassamento del debito e all'aumento della domanda interna. "Inoltre porteremo avanti una lotta senza quartiere a tutti gli sprechi".

Leva obbligatoria - Di Maio è abbastanza tranchant sulla proposta di Salvini di tornare al servizio militare obbligatorio: "Siamo d'accordo con Salvini che l'esercito deve essere formato da professionisti".

'Non credo che avremo un attacco speculativo - ha continuato Di Maio, estendendo il discorso sul piano politico in relazione ai malumori delle forze dell'opposizione - Non vedo il rischio concreto che questo Governo sia attaccato, è più una speranza delle opposizioni.

F1, Vettel: "Possiamo fare grandi cose"
I 24 punti che lo separano da Lewis Hamilton non spaventano Sebastian Vettel . Sono fiducioso per ciò che è ancora in cantiere.


Sul piano più strettamente politico, invece, il leader pentastellato ha cercato di fornire rassicurazioni sulla tenuta dell'esecutivo, affermando di poter lavorare con la Lega in piena lealtà per i prossimi cinque anni. Quanto alla Tav, "va ridiscussa. Poi quel che noi non vediamo di buon occhio è legare l'obbligo alla frequenza scolastica, invece che introdurlo quando c'è il rischio di epidemie". Infine, sulla vicenda della mamma che ha falsificato l'autocertificazione: "La mamma che si vanta di aver falsificato l'autocertificazione sappia che rischia fino a due anni di galera".

"Mi sto battendo per risolvere il problema dei prenditori che se ne vanno all'estero e, come ha fatto la Bekaert, lasciano 318 famiglie in strada".

Latest News