Il video spensierato dei 4 amici napoletani morti a Genova

Genova_crolla_ponte_autostrada_a10_immagini_disastro

Il video spensierato dei 4 amici napoletani morti a Genova

E mentre il titolo Atlantia sprofonda in Borsa, infuria la polemica politica. Nel crollo del ponte Morandi sull'autostrada A10 a Genova a cedere è stata la campata centrale lunga circa 80 metri. Ci sono problemi anche per chi deve arrivare al porto di Genova, oppure dal porto deve andare verso nord; e dovrà deviare il suo percorso anche chi dalla riviera di ponente deve andare all'aeroporto di Genova. "E la statica di un ponte di questo tipo dipende fondamentalmente dal comportamento e dallo "stato di salute" degli stralli".

Per quanto riguarda la viabilità ordinaria nella città di Genova, parte di via Fillak è stata chiusa insieme con via Porro. È una tragedia immane. Oggi diamo per scontata la possibilità di viaggiare senza ostacoli in autostrada e appare incredibile che quel collegamento sul Polcevera si sia spezzato. Sono stati attivati, inoltre, la Sala Operativa Nazionale, i Soccorsi con Mezzi e Tecniche Speciali (SMTS) di Liguria e Lombardia, preallertati i vicini Comitati del Piemonte e le loro squadre speciali. Circa venti i mezzi coinvolti a detta dei Vigili del Fuoco. I tre più importanti ospedali cittadini aprono le unità di crisi mentre comincia la conta delle vittime. La Procura, che ha aperto un fascicolo per disastro colposo e omicidio plurimo, farà verifiche anche sui tiranti. Prima ho sentito un rumore, poi tutto è crollato. Era in corso un consolidamento - Autostrade per l'Italia comunica che "sulla struttura - risalente agli anni '60 - erano in corso lavori di consolidamento della soletta del viadotto e che, come da progetto, era stato installato un carro-ponte per consentire lo svolgimento delle attività di manutenzione"."I lavori e lo stato del viadotto erano sottoposti a costante attività di osservazione e vigilanza da parte della Direzione di Tronco di Genova", assicurano le Autostrade.

Fornero: "io, capro espiatorio. Pensioni d’oro? Esagerato chiamarle così"
In pratica, vengono messe nel mirino le pensioni da oltre 4.000 euro nette al mese, le quali vedrebbero subire una sforbiciata tra il 10 e il 20%.


Il traffico odierno non è più quello di 50 anni fa e purtroppo negli ultimi mesi diverse tragedie fanno riferimento al crollo di ponti e viadotti autostradali, che dovrebbero avere una sorveglianza speciale. "Nulla lasciava presagire. Assolutamente non c'era nessun elemento per considerare il ponte pericoloso".

"Si prova un brivido d'angoscia - scrive Libé nell'editoriale - all'idea che il 70% dei 15.000 ponti italiani abbia oltre 40 anni o che il 7% dei ponti francesi siano oggi a rischio". A Genova sono confluiti Vigili del Fuoco e soccorritori anche da fuori Regione. Che la causa del crollo del ponte di Genova possa essere stata "la rottura di uno strallo è un'ipotesi di lavoro seria ma dopo tre giorni è solo un'ipotesi", ha sottolineato Brencich.

Latest News