Anziano ricoverato al S.Luca per 'Febbre del Nilo'

Anziano ricoverato al S.Luca per 'Febbre del Nilo'

Anziano ricoverato al S.Luca per 'Febbre del Nilo'

Stando ai dati del Pirellone i casi accertati di virus del Nilo nel 2018 sono 22.

Il paziente, 91 anni, è arrivato in Lucchesia il 19 agosto scorso per una visita a parenti. Qui è stato sottoposto a degli esami specifici, che hanno consentito di accertare la presenza della malattia. "Le sue condizioni - evidenzia il direttore del reparto Malattie infettive, Sauro Luchi - sono in lieve miglioramento, considerata anche l'età avanzata dell'uomo, tenuto sotto stretta osservazione". A riferirlo è stata l'Ats Città Metropolitana del luogo. Si tratta di un uomo di 63 anni di Milano, che si trova in questo momento al Policlinico e che è in fase di guarigione, e di un altro uomo di 80 anni di Inveruno, che si trova nell'ospedale di Legnano. Il quadro clinico di uno dei due si era complicato per l'insorgere di gravi difficoltà respiratorie e di un'encefalite.

F1, nasce la 'Racing Point' Force India: azzerati i punti nel costruttori
Fine dell'incertezza per il futuro della scuderia Force India , entrata in amministrazione controllata lo scorso 27 luglio.


"La Regione Lombardia ha messo in campo tutte le procedure previste per la sorveglianza e la prevenzione della diffusione del virus West Nile, invitando i comuni ad azioni di contenimento delle zanzare".

Da precisare che le punture di zanzare rappresentano il principale mezzo di trasmissione all'uomo ma che la febbre "West Nile" non si trasmette da persona e persona, neanche tramite le zanzare. È da ricordare che la febbre del Nilo non è contagiosa da persona a persona.

Latest News