Calderoli (Lega): "ho rischiato di morire per una zanzara"

L’ex ministro Calderoli ricoverato in terapia intensiva dopo la puntura di una zanzara

Calderoli ricoverato in terapia intensiva dopo la puntura di una zanzara: "Ho rischiato di morire"

"Sono finito in terapia intensiva per una encefalite virale trasmessa da una banale puntura di zanzara, una banale puntura che mi ha portato in pericolo di vita, facendomi passare giorni che non augurerei al peggior criminale al mondo", sono state le sue eloquenti parole.

Il capogruppo di Forza Italia al Senato, Anna Maria Bernini, riconoscendo in Roberto Calderoli, un "amico carissimo", si è detta felice che il senatore ne sia "uscito indenne dalla terribile via Crucis" che lui stesso ha pubblicamente raccontato. Calderoli assicura che il periodo di riposo gli servirà per recuperare le energie e riprendere a combattere le battaglie per cui tutti lo conoscono, quindi si scusa con gli organizzatori, i compagni di partito e tutti i leghisti che parteciperanno alla festa e che non avranno il piacere di averlo tra le loro fila: "Sono dispiaciuto, anzi addolorato, di non poter partecipare per la prima volta dopo circa 27 anni alla festa della Lega che sento più mia perché è la festa di noi bergamaschi, la nostra festa storica, la festa che amo di più".

Mantova, una donna ha accoltellato 4 persone in un museo: 1 morto
L'accoltellatrice, una polacca di 58 anni, forse una badante , è entrata nel museo civico . Barbara Chmurzynska ha preso quindi di mira anche una disabile sulla sedia a rotelle .


"Avrei voluto esserci per incontrarvi tutti e invece dovrò stare a casa perché mi sto riprendendo da un problema di salute che ha messo in pericolo la mia vita".

Calderoli, Encefalite da puntura zanzara: il vicepresidente del Senato ha rischiato di morire, per fortuna però è stato salvato in maniera tempestiva da professionisti del San Raffaele. In primis, il professor Zangrillo, primario della terapia intensiva, in secondo luogo il suo braccio destro, la dottoressa Calabrò e poi ancora, il primario di neurologia, il professor Comi e la dottoressa Fazio, ambedue bergamaschi. "Si dice che solo chi cade può rialzarsi, io stavolta sono caduto steso da una puntura di zanzara: ma anche stavolta mi sto rialzando e sarò più forte di prima".

Latest News