Montezemolo punge la Ferrari "Bisogna saper perdere"

Montezemolo punge la Ferrari

Montezemolo punge la Ferrari "Bisogna saper perdere"

"Quando ero in squadra non mi piaceva avere persone che dalle tribune mi dicevano che decisioni dovevo prendere, di conseguenza non voglio fare lo stesso ora". Mancano ancora 7 gare alla fine, starà agli uomini del nuovo corso in rosso dimostrare che, nonostante gli errori e le sbandate, anche questa nuova Ferrari possiede il DNA vincente che fu dell'epoca in Montezemolo, Schumacher e la Ferrari dominavano il mondiale di Formula 1.

Nella settimana monzese che ci ha accompagnato al gp, sono cresciute le voci dell'approdo di Charles Leclerc, alla sua prima stagione al volante della "ferrarina" Alfa Sauber, al posto del campione del mondo 2007 Kimi Raikkonen.

Iliad, non solo la nuova offerta. Raggiunti i 2 milioni di clienti
Iliad ha sconvolto il mercato della telefonia mobile italiana, ma c'è qualcuno che non è proprio soddisfatto dei suoi servizi. In poco più di 3 mesi dal lancio, il nuovo quarto gestore mobile, raggiunge le 2 milioni di sim attive.


In difesa della propria presa di posizione, Montezemolo ribadisce: "Abbiamo vinto alcuni campionati quando ero presidente e amministratore delegato, con Kimi, Felipe Massa, Rubens Barrichello, Michael Schumacher e Eddie Irvine". Bottas e Hamilton, piloti Mercedes, sono stati contestati per la loro condotta durante la gara in quanto Bottas ha rallentato volutamente per far passare il compagno di scuderia. L'ex presidente del Cavallino ha poi commentato gli ordini di scuderia: "Mercedes? Quello che è successo è stato molto, molto negativo, sono molto contrariato". "La Mercedes ha fatto il suo, quando decidevo io, nelle condizioni della Mercedes a Monza, avrei fatto esattamente la stessa cosa".

Ancora una volta però, Luca Cordero dimentica che anche Vettel venne fischiato a Monza nel 2013, quando al timone di Maranello c'era lui, ma allora non rilasciò neppure una dichiarazione in merito all'accaduto, poiché ciò, bello o brutto che sia, è una prerogativa dei tifosi Rossi, i quali fischiano puntualmente qualsiasi pilota in grado di battere la Rossa. "Posso solo dire, a livello di opinione personale, che a un certo punto della stagione, di solito vicino a Monza, è una buona cosa annunciare le guide per l'anno successivo, e questo per evitare condizionamenti psicologici nei piloti". Questo è normale, nella vita è difficile vincere, ma è più difficile da accettare le sconfitte: perciò non m'è piaciuto quello che ho visto e udito dal pubblico.

Latest News