Migranti, lite tra Salvini e il ministro del Lussemburgo

Migranti, scintille fra Salvini e il ministro degli Esteri del Lussemburgo

Scintille tra Salvini e il ministro degli esteri del Lussemburgo: "Ricordatevi di quando i migranti erano italiani"

Le parole del vicepremier italiano però non sono piaciute al ministro lussemburghese che era seduto al suo fianco.

Battibecco sui migranti tra il ministro dell'Interno Matteo Salvini e il responsabile degli Esteri e degli Affari europei del Lussemburgo Jean Asselborn, nel corso di un vertice a Vienna sulle migrazioni dove partecipano i ministri degli Interni Ue e di alcuni Paesi del Nordafrica. "Sentivo qualche collega prima di me dire che abbiamo bisogno di immigrazione perché la popolazione europea invecchia, io ho una prospettiva completamente diversa - afferma Salvini - Io penso di essere al governo e di essere pagato dai miei cittadini per vedere i giovani tornare a fare quei figli che facevano qualche anno fa, e non per espiantare il meglio dei giovani africani e rimpiazzare europei che per motivi economici non fanno più figli". Parole, quelle del ministro italiano, che mandano su tutte le furie Asselborn, che impugna il microfono facendo il verso a Salvini: "bla, bla, bla.". "Io non l'ho interrotta cortesemente", dice Salvini.

Poco dopo, Salvini pubblica su Facebook l'intervento a Vienna condividendo con i suoi follower lo scontro con Asselborn.

Toti,feroce no a ritardi per la politica
Da quel giorno la bimba non riesce più a parlare, ma comunica solo attraverso i suoi disegni. Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.


"Quello con la Germania, che non ho ancora firmato, sarà un accordo a tempo, fino a novembre, a saldo zero, non riguarderà il pregresso e sarà sottoscritto se la Germania ci darà una mano a sostenere il cambio delle regole della missione Sophia, che per colpa del Governo Renzi ha sbarcato in Italia 45mila persone". E ha aggiunto: "Confermo che il Decreto Immigrazione va di pari passo con il Dl sicurezza e che arrivera la settimana prossima in Consiglio dei ministri". Magari in Lussemburgo c'è questa esigenza, in Italia invece abbiamo l'esigenza di aiutare i nostri figli a fare degli altri figli e non ad avere nuovi schiavi per soppiantare i figli che non facciamo più.

LEGGI ANCHE Salvini, lite sui migranti con il ministro del Lussemburgo che sbotta: "Et merde alors!" Lo ha detto il ministro dell'Interno Matteo Salvini in conferenza stampa a Vienna insieme al collega austriaco Herbert Kickl.

Latest News