184 sbarchi a Lampedusa: così Salvini li rimanderà subito in Tunisia

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini alla conferenza di Vienna sull'immigrazione

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini alla conferenza di Vienna sull'immigrazione

Oggi i 184 migranti che viaggiavano a bordo di alcune piccole imbarcazioni sono approdati sulle coste di Lampedusa, come rende noto lo stesso Viminale. Nelle ultime ore a Lampedusa sono sbarcati almeno 184 migranti suddivisi in 7 piccoli barchini: sono gli stessi intercettati da un aereo in ricognizione nel Mediterraneo che ieri Salvini aveva annunciato non avrebbe fatto entrare nei nostri confini. Immediato il commento del Viminale, come riportato dall'Ansa: "Malta, per l'ennesima volta, ha scaricato il problema sull'Italia". E poi si è lasciato andare ad un bilancio: "Ho dimostrato che quello che dico lo faccio". Matteo Salvini non sembra nutrire particolari dubbi sulla linea da tenere in questa situazione, promettendo "soluzioni innovative ed efficaci", evidentemente da mettere in campo al più presto senza perdere tempo e incappare in pericolosi errori.

Perché papa Francesco convoca in Vaticano i capi dei Vescovi
E' necessaria una teologia che sia "in cammino, che esca dalle strettoie in cui talvolta è rinchiusa e con dinamismo si rivolga a Dio, prendendo per mano l'uomo".


Era giusto di ieri l'annuncio via Facebook, con tanto di foto documentate, il possibile nuovo sbarco che la Guardia Costiera avrebbe dovuto fermare per evitare "nuovi" casi Diciotti. "Gli sbarchi non sono mai stati così pochi negli ultimi 4 anni". "Porti chiusi", assicura quindi Salvini.

Latest News