Filippine: tifone Mangkhut, morti due soccorritori

Mangkhut inonda le Filippine

Più distruttivo di Florence: il tifone Mangkhut devasta intere città

Le autorità fanno sapere che il tifone, di 900 km di diametro, può essere "molto distruttivo". Save the Children sta inviando un primo team di emergenza a Santiago, sull'isola di Luzon, in vista dell'arrivo della tempesta, e sta predisponendo in diverse località del paese riserve con migliaia di kit per le famiglie, per l'igiene personale e per le attività scolastiche in emergenza.

La tempesta dovrebbe toccare il nord delle Filippine domani con una violenza pari a un uragano di categoria 5. Florence sarà un "uragano più dannoso" perché la costa orientale degli Stati Uniti è "molto più popolata ed ha infrastrutture significativamente più importanti da danneggiare", prosegue.

L'isola colpita delle Filippine è quella di Luçon, la più grande dell'arcipelago: è qui che il tifone, sul cui percorso si trovavano circa quattro milioni di abitanti (un quarto dei quali vive con pochi dollari al giorno), ha mietuto vittime.

Inter-Parma: le formazioni ufficiali! Dalbert e Candreva dal 1′, Icardi no
Appuntamento dunque fissato per sabato 15 settembre alle 15:00 allo stadio San Siro di Milano per il kick-off della gara. Un possibile aiuto nel secondo tempo potrebbe arrivare da Ceravolo, che rappresenta il primo cambio.


Ma il bilancio più drammatico è quello delle vittime: Mangkhut ha causato la morte di dodici persone e continua la sua corsa verso la Cina, tanto che il sottosegretario Riccardo Jalad, direttore dell'agenzia nazionale per la gestione dei disastri, ha sottolineato che tale bilancio è ancora provvisorio e che sarebbe "destinato a crescere ancora".

Si prospetta una vera e propria catastrofe su tutta la parte centro-settentrionale di Luzon: i venti fortissimi oltre i 250-300 km/h rischiano di abbattere quasi totalmente tutte le foreste oltre che gran parte delle abitazioni in legno o con strutture piuttosto deboli.

Latest News