Orban, Parlamento Ue ha giorni contati

L'Europa tira le orecchie all'Ungheria

Una sconfitta per il plutocrate Orban ed i suoi emuli sovranisti

Secondo la relazione Sargentini "l'Ungheria ha imbavagliato i media indipendenti, limitato il settore accademico, ha sostituito i giudici indipendenti con giudici più vicini al regime, ha reso la vita difficile alle Ong". La questione è complessa e merita un approfondimento, proverò in questo articolo a sottolineare alcuni aspetti controversi della decisione presa dal Parlamento Europeo.

È un'operazione ambiziosa, che non mira più a smantellare l'Unione ma punta a conquistarla ricostruendola a propria immagine e somiglianza. Ad affermarlo il portavoce della Commissione Ue Margaritis Schinas a chi chiede un commento su quanto affermato da Mara Bizzotto, capo delegazione della Lega al Pe, secondo la quale "dopo Polonia e Ungheria i burocrati Ue e la sinistra filo immigrati si scateneranno contro l'Italia".

Un risultato Orban lo ha sicuramente ottenuto; è diventato di fatto un leader di fama mondiale ed un modello di riferimento per molti politici europei, e le sue posizioni sovraniste ed antieuropee trovano molto seguito nell'opinione pubblica.

Come dicevo, questa insistenza sulla difesa dei confini ha sviato l'attenzione mediatica.

Perché allora spostare l'attenzione sui migranti? "Ma esattamente per questo sono indagato per sequestro di persona e rischio 15 anni". Vediamo qualche esempio concreto.

Tuttavia, a guastare il piano delle sanzioni dei tecnoburocrati di Bruxelles, entra il fatto che il sostegno di Babis potrebbe far fallire la procedura dell'articolo 7 contro l'Ungheria, una volta giunto al Consiglio europeo. L'Italia ha bisogno di riformare la sua economia. Da questo punto di vista la sconfitta di ieri è stata per Orban una vittoria, anche perché sul voto dei vari parlamentari europei ha certamente pesato l'intenzione di sanzionare le misure autoritarie del leader ungherese nei confronti dell'opposizione interna e della libertà di stampa più che la linea in materia d'Europa e immigrazione.

"Ringrazio il ministro del Lussemburgo perche' ha dato visibilita' in tutta Italia a questa riunione".

TIM Five IperGo 50GB per i clienti Iliad
Chi rispetta queste condizioni può attivare gratuitamente la nuova opzione TIM 100% XL fino al 23 settembre 2018. Mobile, ed Iliad con una nuova serie di offerte, rivolte ai nuovi clienti che intendono fare la portabilità.


Il suo obiettivo, comunque raggiunto, era spaccare il Ppe, era impedire che il gruppo che è ancora asse potante dell'Unione, e che anzi lo è più che mai dopo la serie di disfatte dei partiti aderenti al Pse, riuscisse ad assumere una posizione comune. Per l'applicazione delle sanzioni è necessaria l'unanimità del Consiglio Europeo, e già la Polonia ha dichiarato pubblicamente di non voler procedere con le sanzioni.

Sta per nascere l'Unione europea di Matteo Salvini e Viktor Orban. "Salvini è il mio eroe, un mio compagno di destino".

Voto favorevole alle sanzioni è arrivato invece dai banchi degli europarlamentari pentastellati. "Il 18 settembre a Mosca ci saranno i colloqui tra il presidente russo Vladimir Putin e il primo ministro ungherese Viktor Orban, in visita ufficiale in Russia".

La domanda sorge spontanea.

Ricordiamo che Orban, allo stato attuale, rappresenta col proprio partito il Partito Popolare Ue in Ungheria e che dunque per ribaltare nei prossimi mesi l'ordine europeo alle Elezioni forse dovrà avvenire una mini scissione all'interno del PPE che tra l'altro l'altro giorno a Strasburgo ha votato "separato" sul caso-Orban. Si schiererà con Orban (e quindi con la Lega) o contro di lui (e quindi in sostanza con il Movimento 5 Stelle)?

"Le due cose non sono collegate". Credo che assisteremo al solito copione di questi mesi.

Latest News