Ryanair: il 28/9 sciopero europeo personale bordo - Europa

Ryanair, sindacati: “Sciopero in cinque Paesi il 28 settembre”

Ryanair, il 28 settembre sciopero europeo degli assistenti di volo

Gli Stati devono obbligare Ryanair a rispettare la legge, come viene fatto nei confronti delle altre imprese multinazionali.

In ogni caso, Ryanair ha comunicato che non ci saranno grandi disagi per i viaggiatori perché verranno avvisati in tempo delle varie cancellazioni. Allo sciopero dei lavoratori europei di Ryanair che si terrà il 28 settembre aderiranno anche i piloti di base in Italia. "Lo chiediamo anche alla Commissione europea, con cui ci incontreremo oggi pomeriggio alle 15", hanno spiegato i rappresentanti sindacali nel corso di una conferenza stampa svoltasi a Bruxelles.

Ryanair ha minimizzato l'annuncio sostenendo che "non ci sarà nessun caos in occasione dello sciopero" e definendo "una piccola minoranza" il personale di bordo del sindacato Cne che ha proclamato la protesta.

Inter-Parma: le formazioni ufficiali! Dalbert e Candreva dal 1′, Icardi no
Appuntamento dunque fissato per sabato 15 settembre alle 15:00 allo stadio San Siro di Milano per il kick-off della gara. Un possibile aiuto nel secondo tempo potrebbe arrivare da Ceravolo, che rappresenta il primo cambio.


"Ryanair sta procurando gravi disagi a tutto il personale europeo - fanno sapere i sindacati - impedendo la libertà sindacale ai propri dipendenti, non riconoscendo i diritti salariali, previdenziali e assistenziali ai lavoratori e utilizzando anche personale navigante reclutato da agenzie estere di somministrazione, determinando un dumping salariale ed una giungla di regole non ammissibili per l'Ue". Il leader sindacale ha poi minacciato "uno sciopero al mese fino a quando la situazione non cambierà". "Siamo molto soddisfatti: questa è la dimostrazione di come sia sbagliato non coinvolgere tutti i sindacati nel confronto".

Comunque andrà lo sciopero del 28 settembre è chiaro che la frattura fra i dipendenti Ryanair e la Compagnia è tutt'altro che sanata. In Irlanda in 5 giorni di sciopero a non presentarsi al lavoro è stato solo il 25% del personale, consentendo così di garantire 280 voli sui 300 previsti, mentre in Germania la protesta di mercoledì ha raccolto il 30% di adesioni, con 250 voli su 400 partiti normalmente.

Latest News