Vertice ad Arcore tra Salvini e Berlusconi: verso l'intesa su presidenza Rai

Maggioranza accelera su Foa forse ok Vigilanza Rai già domani

Salvini-Berlusconi, pace fatta sull'Abruzzo

La decisione di Berlusconi non consente solo a Matteo Salvini di poter portare aventi le istanze del centrodestra nella prossima manovra economica con la consapevolezza di poter contare sull'appoggio parlamentare dei suoi alleati storici, ma produce altre e importanti conseguenze a partire dalla soluzione del nodo Rai fino alla preparazione unitaria di elezioni regionali particolarmente significative.

Ma se da un lato il centrosinistra insorge dall'altro gli esponenti di Forza Italia festeggiano, come Giovanni Toti che, ospite questa mattina a 24Mattino su Radio24, ha affermato che l'incontro tra Salvini e Berlusconi è "andato bene" e che "entrambi sanno che il centrodestra rappresenta la maggioranza politica del paese". Poi, alla domanda se ritenga che il leader di Fi possa influenzare Salvini, Di Maio ha tagliato corto: "Sono i soliti retroscena dei giornalisti che ogni mattina di svegliano e non sanno cosa scrivere". E poiché Salvini ha garantito il suo impegno personale a stoppare la minaccia dei leghisti abruzzesi a correre da soli per le regionali dove c'è già stato l'annuncio ufficiale, anche per Cappiello e i "duri" leghisti lucani non c'è alcun segnale di via libera a fare lo stesso. È quanto emerge, secondo fonti azzurre, al termine dal faccia a faccia, definito "cordiale e molto positivo" tra Berlusconi e Salvini ad Arcore.

Di Maio a Nola: entro questa settimana parte la Zes
Da Nola , ospite di un dibattito sulle Zes , il ministro dello Sviluppo economico e vicepremier, Luigi Di Maio , getta acqua sul fuoco.


Il cavaliere ha voluto delucidazioni sulla posizione della Lega in proposito di temi scottanti come la flat tax. Ad invocare l'avvio di un tavolo del centrodestra era stata anche la Meloni. Berlusconi, che rimane sulle sue posizioni e non intende disporre di un eventuale appoggio del Movimento 5 stelle, vuole chiarire tutti i punti ed essere sicuro che il programma sia condiviso. Salvatore Cicu e Stefano Tunis sono i nomi che circolano per Forza Italia (che però potrebbe invece scegliere un sindaco o un esponente della società civile), mentre per il Psd'Az il favorito è Cristian Solinas. "Sono contento dell'affetto che gli italiani ci stanno dimostrando, più mi indagano e più mi attaccano e più mi danno forza".

Latest News