Milan, Gattuso: "Più forti del Dudelange, ma occhio ai miracoli sportivi"

PROBABILI FORMAZIONI / Milan Atalanta: sicurezze in attacco. Diretta tv, orario, le notizie live (Serie A)

Milan-Atalanta: in diretta tv su SkySport e in streaming su SkyGo

Gattuso, sulla carta il Dudelange difficilmente può impensierirvi.

Il mister ha parlato anche degli avversari, dei loro punti di forza in particolare: "Giocano con l 4-4-2, i giocatori che stanno bene sono i tre giocatori davanti". Noi non dobbiamo avere nessun alibi.

Conoscete i nomi dei giocatori del Dudelange? Ma pensate che pettiniamo le bambole a Milanello? "Non siamo qui in vacanza".

Sull'approccio della squadra rossonera contro una squadra d'attesa come il Dudelange, e in generale sul coinvolgimento degli attaccanti.

E' lo stadio più piccolo in cui avete mai giocato?

Mi sa che non hai visto le nostre partite di questa stagione... Abbiamo due gambe e due braccia come loro. Non solo in campo, ma anche a livello umano e a livello di leadership.

Ci può fare un bollettino dei giocatori non convocati?

Treno Samp per gara contro la Fiorentina
SAMPDORIA (4-3-3): Audero; Bereszynski , Tonelli, Andersen, Murru; Barreto, Ekdal , Jankto; Caprari; Defrel, Quagliarella . Abbiamo analizzato il ko di sabato a Napoli e pensiamo alla Samp. "Chiarirò queste cose con tutta la squadra".


Sugli assenti, Gattuso ha dichiarato: "Cutrone ha provato in questi giorni, ma la caviglia gli dava ancora un po' fastidio". Gli altri giocatori sono rimasti a casa perché devono fare un lavoro sulla velocità. Lo scorso anno verticalizzavamo meno di quest'anno. Higuain è quello che ha toccato più palloni, dopo Biglia. Non lo troviamo negli ultimi 16 metri, questo è vero, ma miglioreremo. Bisogna già preparare prima la partita e noi l'abbiamo preparata bene. "Serve grande mentalità e grande voglia".

A che punto è l'ingresso in squadra di Halilovic? Noi stiamo bene e mi aspetto certi tipi di movimento, i vecchi riescono a farli con più naturalezza ovviamente. "Dobbiamo muoverci da squadra e sapere cosa dobbiamo fare".

Sui 20 minuti iniziali di Cagliari-Milan: "Quell'inizio rimarrà".

Quei 20' rimangono perché a livello di reparti abbiamo commesso degli errori dei quali abbiamo parlato. Ci sono tanti errori, anche a Napoli o contro la Roma. Non siamo costanti nel proporre il nostro buon calcio. "Per il resto è stata una scelta da parte mia e del mio staff". C'è gente che può fare molto con questa maglia.

Negli ultimi anni facciamo così perché si viaggia molto. Non ci siamo mai allenati in Europa sul campo fuori casa. "E' una mia scelta". Nel calcio di sorprese ne ho viste tante. In Europa abbiamo sempre preparato la partita a Milanello, fin dallo scorso anno quando ci sono io. Il Dudelange va affrontato con il coltello tra i denti, giocando palla a terra per vincere la partita e portare i tre punti a casa. Siamo in tanti in rosa. Sta dimostrando di avere talento. E' un portiere che si allena con grande continuità e anche quando ha avuto un problema fisico, stava a Milanello per ore per curarsi. "Sembra che stia in spogliatoio con noi da anni", ha spiegato il tecnico milanista. Ama questo mestiere, è coerente in quello che dice. E questo si tocca con mano. Il mio nervosismo? Per come ci alleniamo, per questione di atteggiamento, abbiamo un grande potenziale. Se conosciamo giocatori del Dudelange? Sappiamo cosa ci aspetta, questo è rispetto. Possono diventare facili, ma ci sarà da combattere. "Rispettiamo il Dudelange e domani, che vinca il migliore". "Si parte da zero a zero, bisogna affrontare una squadra all'esordio in Europa e bisogna stare attenti, senza sottovalutarli. Il nostro obiettivo è passare il turno, dai sedicesimi in poi si vedranno le ambizioni".

Anche la scorsa settimana in allenamento tanti di questi ragazzi mi avevano messo in grande difficoltà perché si allenano con entusiasmo. "Tutte le punte vivono per il gol, si è sbloccato e domani avrà altri 90' per farne un altro".

Latest News