Addio Inge Feltrinelli, regina dell'editoria internazionale

Inge Feltrinelli morta, si è spenta a 87 anni la “Regina dell’editoria”

Morta Inge Feltrinelli, da fotoreporter a editrice era ​la regina dell'editoria

Inge Schönthal Feltrinelli avrebbe compiuto 88 anni il prossimo 24 novembre e ha guidato l'omonimo gruppo editoriale da sola e in seguito con il figlio Carlo, sin dal lontano 1969, quando il marito Giangiacomo Feltrinelli entrò in clandestinità.

Quello fu il passaggio della Feltrinelli dall'epoca di Giangiacomo a quella di Inge che fu più durevole (26 anni, dal 1970 al 1996) e che si protrasse ancora: Ella non fu mai un presidente onorario privo di iniziativa e peso. La signora Feltrinelli, fotografa tedesca, sposò Feltrinelli nel 1960, 12 anni prima della sua tragica e controversa morte. Nel 1958, nella casa di un editore tedesco ad Amburgo, conosce l'idealista e rivoluzionario Giangiacomo Feltrinelli. "Sono molto felice di aver avuto una gioventù tra il sogno e la verità di una brutalità vera".

Inge Feltrinelli è morta questa notte a Milano.

"I libri sono tutto, i libri sono la vita" amava dire.

Tangenti in Algeria, assolto il presidente del Milan Paolo Scaroni
Per Saipem la corte ha ordinato la confisca per oltre 197 milioni di euro "pari al prezzo del reato". Devo dire che sono sempre stato sereno e ho sempre avuto fiducia nel lavoro dei giudici .


In qualche modo, soprattutto dopo la morte di Cesare de Michelis lo scorso agosto, con lei si chiude ulteriormente un lunghissimo capitolo dell'editoria italiana, in cui a prevalere sulle vendite, pur importanti, era una certa attenzione alla produzione culturale, all'impegno civile, alla speranza che con i libri si potesse veramente ridefinire o almeno suggerire un certo tipo di società. Fotoreporter e poi editrice che voleva cambiare il mondo con i libri: una vita straordinaria in cui c'è la storia del Novecento italiano ed europeo. Accolta come solo Milano sa fare, Inge ha condiviso valori, passioni e problemi del nostro essere comunità": "così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha ricordato in un post sulla sua pagina Facebook l'editrice. È proprio in quel periodo che riuscì a fotografare tra gli altri, Greta Garbo, John Fitzgerald Kennedy, Winston Churchill e a stringere amicizia con Erwin Blumenfeld. Quando pubblicai il mio primo romanzo con la Feltrinelli, Inge offrì una cena nel suo magnifico appartamento milanese di via Andegari, proprio sopra la casa editrice, letteralmente casa-e-bottega.

Con quei suoi occhi vagamente orientali e l'accento allegramente germanico (un ossimoro), Inge Feltrinelli nei racconti e nelle interviste mescolava volentieri memoria e futuro, senza ritenersi un'intellettuale, pur essendolo di fatto.

"Mio figlio Carlo è molto schivo, non ama la vita mondana, però il vero lavoro lo fa lui e lo ringrazio" aveva detto Inge.

Latest News