Brexit. Theresa May: "siamo in una situazione di impasse"

Jeremy Corbyn visita la fabbrica di autobus Alexander Dennis a Falkirk Scozia Gran Bretagna. REUTERS  Russell Cheyne

Jeremy Corbyn visita la fabbrica di autobus Alexander Dennis a Falkirk Scozia Gran Bretagna. REUTERS Russell Cheyne

"Solo al termine della cena la premier Theresa May ha spiegato la posizione britannica sottolineando come non ci sarà un nuovo referendum" sulla Brexit (altro tema delicato sul tavolo al vertice di oggi), afferma il presidente del Consiglio spiegando come, allo stesso tempo, "di Frontex abbiamo parlato marginalmente, ne parleremo al vertice". Secondo fonti diplomatiche citate da Le Figaro, c'era inizialmente un consenso sulla scelta di non mettere in difficoltà la May in vista del Congresso del suo partito conservatore fra il 30 settembre e il 3 ottobre.

Il summit informale di Salisburgo ha evidenziato un diverso approccio degli stati membri sulla Brexit.

Il principale problema, però, rimane quello legato al confine tra Irlanda e Irlanda del Nord, e alla sua regolamentazione dopo Brexit. Questo auspicio è ancora più ampio fra i giovani (18-24 anni), il 93 per cento dei quali ha visitato il Regno Unito e il 96 per cento ci tornerebbe nuovamente. Nelle comunità di confine vivono circa un milione di persone. Mentre il modello alternativo canadese di un accordo di libero scambio sarebbe "anche peggio", poiché nell'ottica di Bruxelles andrebbe associato "alla permanenza di fatto della sola Irlanda del Nord nell'Unione Doganale e nel Mercato Unico": una garanzia del mantenimento d'una frontiera irlandese aperta come prescrivono gli storici accordi di pace del Venerdì Santo, ma che secondo la premier Tory avrebbe come conseguenza "la separazione permanente" dell'Ulster dal resto del Regno Unito.

Ma la premier britannica non si lascia certo intimidire.

Marca, parole di fuoco contro Nedved e la Juventus
Quella di Cristiano Ronaldo è comunque un'espulsione entrata nella storia. "Il rosso a CR7 è incredibile". Il fulcro delle lamentele riguardava l'espulsione di Cristiano Ronaldo .


La Commissione teme che il Regno Unito attraverso il piano May possa fare concorrenza all'Unione europea.

La prima è che una seconda consultazione potrebbe finire con una conferma degli esiti del primo referendum: i dati su uno slittamento del sentimento popolare a favore del remain non sono incoraggianti e il margine appare troppo stretto per correre il rischio di una nuova sconfitta, stavolta davvero senza appello.

Brexit, "May Day": tutti i problemi e le critiche alla premier Uk. Una scommessa rischiosa e anche, da un punto di osservazione esterno, politicamente irresponsabile, perché la bocciatura di un accordo così faticosamente raggiunto con l'Unione getterebbe il Regno Unito in altri mesi di caos e perché la prospettiva di un governo Corbyn terrorizza certi settori della società britannica e dell'economia globale anche più di quella di un cattivo accordo.

Latest News