La svolta di Mark Bresciano: dal calcio alla coltivazione di cannabis

Mark Bresciano ex centrocampista della Lazio

Mark Bresciano ex centrocampista della Lazio

A Melbourne, Mark vive con la famiglia, una moglie e due figlie, Alessia e Montana, entrambe nate a Palermo dove ha giocato negli anni d'oro dell'era Zamparini prima di andare alla Lazio, ultima squadra italiana del centrocampista che con la Nazionale australiana è sceso in campo 84 volte arrivando a giocarsi da protagonista il Mondiale 2006, quando i Socceroos vengono eliminati dal rigore di Totti. Alla base di questa decisione c'è una ragione ben precisa: "In Italia il calcio è una religione e puoi immaginare cosa significhi questo per un giocatore di Serie A - ha confessato il diretto interessato in un'intervista per SBS -".

HO UN NUOVO PROGETTO - "Ho iniziato ad inserirmi nell'ambiente della cannabis a uso medico". Per ora studio con un socio che sta lavorando per arrivare a produrre medicine a base di marijuana entro un anno. "Amo sempre il pallone, ma il calcio ormai lo seguo anche poco". Sto dedicando quasi tutto il mio tempo a questo, abbiamo già scelto il luogo dove costruiremo l'impianto. "Questo nuovo progetto mi dà la forza di alzarmi, sono quasi rinato e sto davvero godendo". Sì, quella che per anni è stata la sua nota esultanza. Continuo a tifare per tutte le squadre nelle quali ho giocato, per cui ogni tanto faccio delle eccezioni, per esempio per i play-off di B del Palermo o per Lazio-Inter che è valsa la qualificazione in Champions. Ma in generale non seguo gli incontri, altrimenti poi accuso il colpo tutto il giorno. Il più forte con cui ho giocato?

ROSSI, Clamoroso: trovato positivo all'antidoping
Benevento - Giuseppe Rossi positivo al doping- La notizia, rimbalzata nella mattinata odierna, è di quelle che fanno scalpore. Pepito Rossi , però, nei due interrogatori cui è stato già sottoposto, ha negato di aver mai assunto collirio.


Infine Bresciano parla anche dell'esultanza di Ronaldo, molto simile alla sua famosa 'statua': "Non ci avevo mai pensato". Né avevo mai pensato che quel modo di celebrare i gol potesse dare di me l'immagine di un tipo un po' guascone. Però è vero che si somigliano. "Ma direi che con i paragoni ci fermiamo qui". "L'Italia era bella, ma i miei figli si divertono di più qui in Australia".

Latest News