Roma, Totti allo scoperto con il libro: "Quasi alle mani con Spalletti"

Francesco Totti e Silvia Toffanin  Verissimo

Francesco Totti e Silvia Toffanin Verissimo

"In particolar modo Totti ricorda la gara disputata dall'Italia contro la Repubblica Ceca, terza ed ultima partita dei gironi nel Mondiale 2006 in Germania, che gli azzurri avrebbero poi vinto". C'era molta attesa per l'uscita, nelle librerie, di 'Un capitano', biografia dell'ex numero 10 giallorosso.

Un racconto - riferisce l'odierna edizione de 'La Gazzetta dello sport -, che a Baldini, non è andato giù. Dopo aver letto quanto scritto dal Pupone, infatti, l'ex direttore generale - dalla scorsa estate inserito nel comitato esecutivo del club e a tutti gli effetti braccio destro di James Pallotta - ha deciso di lasciare la società giallorossa, per incompatibilità con il simbolo di Roma e della Roma.

Da Trigoria nessuna reazione, solo stupore e incredulità per le dimissioni non ancora formalizzate. "Mister, è lei? Ma che sta facendo?". Me ne vado stremato. "Presidente della Roma? In futuro perche no.", ha detto all'Ansa prima del via alla serata. "Per me la Roma è sempre venuta prima di tutto". Come definisco il libro? Sfogliando le cinquecento pagine Francesco ripercorre i primi passi col pallone, l'ammirazione in gioventù per il Milan di Sacchi ("la squadra più esaltante che abbia mai visto, l'unica nella quale fantasticavo di giocare") e il no all'offerta monstre del Real Madrid nel 2005: "Mi offre 12 milioni di euro all'anno e una gestione mista dei diritti d'immagine". Franco Baldini ad esempio sembra sul punto di lasciare il comitato esecutivo della Roma per alcuni passaggi.

Nessun privilegio per i visti ai cittadini Ue dopo la Brexit
La decisione mira a proteggere l'obiettivo del governo conservatore di riportare "sotto controllo" l'immigrazione nel Paese. Londra, 21 set. (askanews) -I negoziati tra il Regno unito e l'Unione europea sulla Brexit sono in una fase di "impasse".


Per i 25 anni ha festeggiato con la pizza negli spogliatoi di Trigoria, oggi festeggia con un'autobiografia al Colosseo. "Affronteremo questa partita a testa alta senza avere paura di nessuno".

Siamo grandi appassionati della vicenda che sta per disintegrare la serie B, che con il TAR che ha rinviato le cinque aspiranti alla categoria (Pro Vercelli, Novara, Catania, Siena, Ternana) al tribunale della FIGC, per cominciare dall'inizio l'iter della giustizia sportiva che ha tre gradi (questo, l'appello e il collegio di garanzia del CONI) prima di accedere ai due amministrativi (TAR e Consiglio di Stato). Ci sembra fantacalcio anche nella disastrosa federazione del disastroso commissario Fabbricini imposto da un Malagò interessato solo ai grandi eventi, ma molti addetti ai lavori ci credono. Cose che succedono, diciamo. So a cosa andrò incontro, non ho detto nulla di eclatante. Qui abbiamo un capitano che è Icardi, un altro fuori dal campo che è Zanetti, e bisogna parlare delle notizie che riguardano l'Inter.

La Roma sta attraversando una fase non semplice: "Quando ci sono momenti così cerchi di dare un contributo".

Latest News