Tumore al seno, la prevenzione viaggia in treno. Parte il Frecciarosa 2018

Tumore al seno, la prevenzione viaggia in treno. Parte il Frecciarosa 2018

Tumore al seno, la prevenzione viaggia in treno. Parte il Frecciarosa 2018

Da martedì 3 ottobre a mercoledì 31 ottobre, a bordo di alcune Frecce, regionali ed intercity, e nei FrecciaLounge, SalaFreccia e FrecciaClub saranno presenti medici specializzati a disposizione delle viaggiatrici per consulenze, visite gratuite al seno e consigli sulla prevenzione.

Nell'Isola, Frecciarosa arriva a bordo dei convogli regionali, dove accanto alle altre attività è prevista la distribuzione gratuita di un prezioso "Vademecum della Salute", ricco di indicazioni per la salute delle donne e per la famiglia. "Basta poco per correggere cattive abitudini, semplicemente adottando comportamenti salutari, a partire da un'alimentazione corretta, ricca di frutta e verdura e povera di grassi, impegnarsi a svolgere quotidianamente attività fisica, non fumare (o cercare di smettere) e non eccedere con l'alcol". Oltre 8milioni di viaggiatori Trenitalia in totale intercettati dall'iniziativa. Vogliamo anche sensibilizzare sul fatto che aderire ai controlli di screening offerti dal Servizio Sanitario Nazionale significa migliorare la durata e la qualità della nostra vita.

Shearer azzera Pogba: "Agli ex United non può pulire nemmeno gli scarpini"
I rapporti con i giocatori sono ormai logori e la squadra in campionato occupa la decima posizione a nove punti di distanza dalla vetta.


Alessandro Orano, Direttore di Alphega Farmacia, ha espresso la propria soddisfazione per l'iniziativa ribadendo che "le farmacie sono il primo presidio di salute per i cittadini e le farmacie Alphega sono in prima linea per consulenza e prevenzione, pertanto siamo molto felici quest'anno di poter collaborare con un'associazione importante come AIRC nella lotta e prevenzione del tumore al seno". "Ogni giorno è buono per iniziare a prendersi cura di sé e delle persone che amiamo".

La prevenzione viaggia in treno. "La cultura della prevenzione è fondamentale visto che ogni anno in Italia circa 53mila donne ricevono una diagnosi di tumore al seno e circa 800mila vivono la malattia, di cui 30mila in fase avanzata o cronica". Nonostante i nuovi casi siano in aumento, la corretta informazione, la maggiore sensibilizzazione delle donne verso la diagnosi precoce e le sempre più precise e tempestive capacità diagnostiche garantiscono, tuttavia, eccellenti risultati statistici in termini di cura e riabilitazione, con una sopravvivenza che, a cinque anni di distanza, sfiora il 90%.

Latest News