Siracusa, al via la terza edizione della settimana nazionale della dislessia

Dislessia 2.0, screening digitale gratuito per tutti

Dislessia: l'altra faccia del cervello

Questo obiettivo sarà raggiungibile solo laddove i docenti sapranno proporre strumenti, detti compensativi, semplici e facilmente fruibili, che consentano ai loro alunni di far emergere, appunto, tutte le loro potenzialità.

Dall'1 al 7 di ottobre 2018 AID organizza la terza edizione della Settimana Nazionale della Dislessia, in concomitanza con la European Dyslexia Awareness Week, promossa dalla European Dyslexia Association (EDA).

La dislessia, cioè il disturbo specifico della lettura che si manifesta con una difficoltà nella decodifica del testo, non è una malattia, ma una neurodiversità e, come tale, una caratteristica dell'individuo. Le persone con Dsa, nonostante siano intelligenti e non abbiano problemi a capire le cose, hanno delle difficoltà proprio nelle aree della lettura, del calcolo e della scrittura (da qui l'espressione "disturbi specifici"), perché la loro caratterista è di non riuscire ad automatizzare i processi che stanno alla base di queste abilità specifiche.

Per riconoscere i disturbi della comunicazione e del linguaggio nei primi tre anni di vita, invece, con [email protected], i pediatri - in accordo con i logopedisti e i neuropsichiatri - hanno la possibilità effettuare, anche da tablet e smartphone, uno screening ultra-precoce con domande puntuali secondo test standard validati.

Con il Monza si chiude la settimana di fuoco del Ravenna FC
Mi sento ancora un giocatore di serie A , a maggior ragione dopo aver visto in televisione alcune partite del campionato italiano. Lo farei soprattutto per i rapporti di amicizia che coltivo da tempo col presidente Gozzi e poi l'ambiente mi piace tantissimo.


In Italia la dislessia è ancora poco conosciuta. L'iniziativa, a seguito del successo delle scorse edizioni, prevede un ricco programma di eventi di informazione e sensibilizzazione su tutto il territorio nazionale, che vedrà impegnati oltre mille volontari Aid, in collaborazione con 300 istituzioni tra enti pubblici e istituti scolastici. Filo conduttore della manifestazione sarà la sinergia di due elementi fondamentali nella visione dell'associazione: il potenziale e la collaborazione.

Tra queste, oggi, 2 ottobre, alle 18, alla libreria Erickson di Roma, c'è "Una scuola a misura di Dsa", un incontro con gli psicologi della sezione romana per capire le strategie che valorizzino al meglio i bambini con Dsa fra i banchi di scuola.

Nel corso della giornata è previsto un servizio di consulenza gratuito sul tema dei Dsa al quale potranno accedere famiglie, insegnati e studenti per chiedere informazioni sui Dsa e chiarimenti in merito a diagnosi, PDP e argomenti inerenti.

Per una donazione e per sostenere le attività dell'Associazione Italiana Dislessia: http://aiditalia.org/it/sostienici. È consigliata la prenotazione telefonando al numero 06 90216980. È però importante non drammatizzare, "ci vuole un po' di fiducia in se stessi - consiglia il docente - e questa si costruisce con la collaborazione dei colleghi, bisogna parlare con molta calma, e usare gli strumenti giusti".

Latest News