Mara Venier parla dei suoi amori: 'Ero terrorizzata da mio marito'

Mara Venier e i dissapori con Barbara D’Urso: cosa ha scritto sui social la conduttrice di Domenica in sul rapporto con la D’Urso

Mara Venier e Barbara D'Urso hanno litigato: la conferma

Mara Venier, la conduttrice di Domenica In che sta ottenendo così tanti successi, ha rilasciato un'intervista al settimanale Oggi dove parla soprattutto della sua vita privata e in particolare del marito Nicola Carraro. All'inizio della relazione con il noto produttore cinematografico, però, zia Mara sembra non fosse poi così serena: "Ero terrorizzata- ha confessato - A farmi paura era solo il suo essere troppo carismatico, troppo tutto". Sposati dal giugno 2006, Mara e Nicola sono una coppia davvero felice, ma non chiedete alla conduttrice quale sia il segreto del loro matrimonio: "Non è un segreto, è fortuna: quella di stare bene insieme, avere una totale fiducia reciproca, frequentare oppure evitare lo stesso genere di persone". Sfoggia come "trofei" i due Carraro, invece, Mara Venier: la conduttrice ha postato su Instagram una foto in cui appare sorridente tra il marito Nicola e Gerò, fuori da un ristorante in cui presumibilmente hanno pranzato insieme.

Dopo anni, Mara Venier è tornata al timone di Domenica In riscuotendo subito un grandissimo successo. "Il primo amore della mia vita" ha infatti ammesso la Venier senza nascondere un briciolo di emozione.

Moscovici: In Italia governo xenofobo. Su misure si tratta
Quest'idea "è oggi riciclata quotidianamente dagli euroscettici dell'Europa centrale, dell'Austria o dell'Italia . Pare evidente che certe esternazioni abbiano il solo scopo di provocare tensioni e scontri del tutto immotivati.


A 16 anni e mezzo si innamora infatti di Francesco Ferracini dal quale un anno dopo resta incinta di sua figlia Elisabetta. Pochi mesi dopo mi sposo e raggiungo a Roma Francesco.

A Renzo Arbore - Finita la storia d'amore con Ferracini è arrivato Pier Capponi, poi a seguire il secondo matrimonio con Jerry Calà e la lunghissima storia con Renzo Arbore. "Non esiste sentimento, sofferenza, umiliazione, colpo basso che mi sia stato risparmiato, e credo che l'affetto delle donne per me derivi proprio dal potersi identificare con i miei sbagli e i miei problemi". "L'antagonismo non ha mai fatto parte di me, mi sono sempre mantenuta da sola e lavorare bene significava solo il rinnovo del contratto".

Latest News