MotoGp, Rossi: "In Thailanda l'obiettivo è tornare sul podio"

Motogp Thailandia 2018: qualifiche, gli orari, diretta tv!

MotoGp, Gp Thailandia: Dovizioso prova la rimonta su Marquez | MotoGP | Motori

La pista si chiama in realtà "Chang" International Circuit, dove Chang è però il nome di una birra locale e, a causa delle leggi sull'alcol che ne proibiscono la pubblicità, il circuito è stato rinominato prendendo il nome di Buriram che è una cittadina di 30.000 abitanti distante circa 400 chilometri da Bangkok.

Per Valentino Rossi, quello di Buriram invece rappresenta il circuito numero 37 in carriera. Nella classifica piloti della classe regina comanda Marc Marquez con 246 punti, 72 e 87 in più, rispettivamente, di Andrea Dovizioso e Valentino Rossi. "Sarà emozionante correre in Thailandia per la prima volta", aggiunge il campione mondiale uscente, "Di sicuro ci saranno molti fan sulle tribune ed è sempre una bella sensazione".

"Oggi è difficile fare previsioni, tutto può succedere. Detto ciò, però, credo sarà molto molto difficile poter conservare il terzo posto nella classifica generale". La casa di Iwata resta senza vittorie e a sentire il centauro di Tavullia, anche senza grandi prospettive per questo finale di stagione: "Qui abbiamo fatto i test a febbraio e i risultati non sono stati fantastici". Sicuramente l'alta umidità e la temperatura saranno difficili da gestire dal punto di vista fisico ma quando sali in moto dimentichi queste cose e semplicemente ti concentri sulla guida.

IRAN, GIUSTIZIATA SPOSA-BAMBINA ZEINAB SEKAANVAND/ Amnesty International, 'processo irregolare'
Ma, come sottolineato più volte in passato da Amnesty International , questo referto non è mai stato preso in considerazione . A 17 anni è stata arrestata per l'omicidio del marito , che era stata costretta a sposare quando aveva solo 15 anni.


La curiosità per il Dottore corre sui social.

Il traguardo è posizionato su uno dei numerosi rettilinei della pista sul quale si possono toccare velocità interessanti, prima della curva 1, a destra, a gomito, ma abbastanza arrotondata. In quell'occasione lo spagnolo e Pedrosa si erano rivelati i più veloci. Insomma, in questo periodo solo la Yamaha non riesce a far sorridere il pilota pesarese.

Latest News