Turchia, attivista italiano arrestato a Istanbul

Turchia, arrestato attivista italiano: voleva seguire processo a gruppo musicale anti-Erdogan

Arrestato in Turchia l'attivista Gianfranco Castellotti. Il governo italiano faccia ogni sforzo per il suo immediato rilascio

"Siamo preoccupati per lui - prosegue - anche se la Farnesina sostiene che l'espulsione sia la cosa migliore che gli possa accadere in questo momento perché se dovessero trattenerlo in Turchia significherebbe che hanno formulato delle accuse e potrebbero arrestarlo". Il fermo sarebbe avvenuto a Instanbul, all'interno del centro culturale Idil, in cui l'uomo viveva insieme ad altri artisti, musicisti e militanti. Il 53enne attivista di Massa, giunto a Istanbul per seguire il processo con accuse di "terrorismo" a carico della band di sinistra 'Grup Yorum', è al momento trattenuto nella caserma del quartiere di Ferikoy. Il fatto è successo ieri a Istambul, in Turchia. La notizia, anticipata dal Tirreno, è stata confermata da alcune fonti turche.

Serie A Frosinone, Longo: "Esonero? Non smetto di lottare"
Poi si sfoga: "Sono stanco di perdere punti, lo posso dire oggi che ho vinto, perché gli arbitri influiscono sui risultati". Era già ammonito e ha buttato via il pallone, me la sarei giocata undici contro dieci. "Tecnicamente sarebbe stato rigore".


Da Massa in queste ore è partita una petizione per la scarcerazione del veterinario e sabato pomeriggio si terrà una manifestazione di solidarietà in centro storico. In realtà, però, secondo quanto trapela l'uomo verrà trasferito in carcere e lì resterà almeno fino a lunedì, quando ci sarà l'udienza in tribunale. Due gli unici scenari possibili: o il foglio di via (senza a quel punto possibilità di ritorno in Turchia) o l'arresto definitivo. I funzionari del consolato hanno fatto visita a Castellotti, trovandolo in buone condizioni di salute. Le autorità italiane in Turchia seguono la vicenda con la massima attenzione e in stretto contatto con le autorità locali e i familiari di Castellotti. Dopo il caso di Gabriele Del Grande nell'aprile 2017, un altro attivista italiano si ritrova invischiato in arresti e fermi nella Turchia di Erdogan proprio per essere un critico oppositore, seppur in ambito assai "ristretto" come può un attivista veterinario toscano. Castellotti si prepara a trascorrere una nuova notte in mano agli agenti turchi.

Latest News