Formula 1, GP Giappone. Arrivabene: "La Ferrari ha reagito, meritavamo il podio"

Sono state fatte verifiche in passato, prima e durante la stagione e di comune accordo con la Federazione internazionale sono stati aggiunti sensori per andare ancora più incontro a loro, dopo che qualcuno aveva fatto delle illazioni e quindi per fare controlli ulteriori.

Inter, senza Brozovic Spalletti punta su Borja Valero
Abbiamo perso qualche pallone di troppo durante il loro forcing e in questo dobbiamo migliorare". Giocare a due punte? La sua Inter ha strappato tre punti preziosi sul campo della Spal .


"Sapete che ci ho messo sempre la faccia e premetto che anche se la vettura oggi è cresciuta rispetto a ieri, non avremmo fatto la pole ma quello che è capitato è inaccettabile". Sono arrabbiato, ci siamo parlati con i tecnici. In condizioni meteo di difficile decifrazione, anche in Giappone, il box rosso è andato in tilt e nella fase decisiva per la caccia alla pole position ha adottato la strategia kamikaze di uscire con le intermedie malgrado una pista appena umida, di fatto rovinando le prestazioni di entrambi i piloti, costretti poi a rientrare in pit lane di tutta corsa per montare le supersoft e a concludere fuori dalla top 3 e precisamente quarta con Kimi Raikkonen e solamente nona con Sebastian Vettel. "Ciò non toglie nulla ad Hamilton che è un grande pilota". Arrivabene esprime la preoccupazione che quelle novità vengano carpite dai rivali. "Già altre volte ho detto che l'obiettivo che dobbiamo avere è quello della macchina del 2002 e del 2004, una macchina dominante ti permette degli errori, una macchina forte ti permette di lottare più o meno ad armi pari con i tuoi avversari più forti. - ha aggiunto Arrivabene - Come finisce il Mondiale? Non devi mollare mai, non devi mollare mai". Una figuraccia che potrebbe fare saltare qualche testa, ma il team principal puntualizza: "A caldo non si prendono decisioni, se e sottolineo se, i conti li faremo a fine stagione". Vi faccio un esempio, raccontandovi un episodio: quando è mancato il padre, me lo sono ritrovato sull'aereo, sul nostro charter, per partire per un Gran Premio. Mi ha risposto: "Io devo vincere questa gara". Invece di concentrarsi sul computer basterebbe guardar anche cosa fanno gli altri e questo si impara solo con l'esperienza.

Latest News