Bergoglio contro i populismi: "attenti a chi vede nel migrante un nemico"

Gualtiero Sigismondi

Gualtiero Sigismondi

José Domingo Ulloa Mendieta O.S.A., Presidente del Comitato Organizzatore della Giornata Mondiale della Gioventù 2019, e Padre Antonio Spadaro S.I., direttore de La Civiltà Cattolica. Ha denunciato il Papa parlando a braccio.

Realizzato raccogliendo 250 interviste in più di 30 paesi, grazie all'aiuto dell'organizzazione no profit Unbound, il progetto è stato realizzato con l'impegno di un gruppo di case editrici coordinate dall'americana Loyola Press.

L'arcivescovo Charles J. Scicluna ha riferito che la "giustizia non deve prendere un tempo esagerato" e che anche Papa Francesco soffre per questa lentezza, pur consapevole dei tempi della "giurisdizione civile". Ogni popolo fa festa a suo modo. Ha assistito allo spettacolo, condotto dall'attore Giovanni Scifoni, all'esibizione di Giovanni Caccamo, che ha portato la foto del nonno, ai video che raccontavano le esperienze di tanti giovani in diverse parti del mondo.

Chiara Ferragni firma una bottiglietta d'acqua, rivolta sui social per il prezzo
A scatenare gli haters una foto di una bottiglietta della linea dedicata alla fashion blogger in vendita a 8 euro . Eppure, stavolta, se c'è qualcuno che sbaglia non è certo la Ferragni , ma chi si scaglia contro di lei.


Infine, Francesco ha toccato altri due punti: il web e l'accoglienza. Spesso si tratta anche di un salto nel nulla. E poi "la coerenza di vita". "Il Papa è colui che ha il maggiore potere per far sì che la Chiesa diventi il posto più sicuro per i giovani", ha affermato il vescovo citando la circolare emanata nel 2001 dalla Congregazione per la dottrina della Fede, "che chiede a tutte le Conferenze episcopali di predisporre Linee-guida sugli abusi". "Unici, solidali, creativi", una tappa importante del Sinodo dei giovani. Intervenendo a Radio Vaticana, monsignor Sigismondi si è soffermato sul valore dell'ascolto: "Questa parola - ha sottolineato - ha sempre una premessa: l'accoglienza". E poi voi l'avete detto bene: trovare se stessi non nello specchio, ma nel fare, nell'andare alla ricerca del bene, della verità, della bellezza. "Se sei cristiano, anche se sei un prete, anche un prete che balla, segui la strada delle Beatitudini e non la strada del clericalismo". "Per favore, non lasciatevi comprare, non lasciatevi sedurre, non lasciatevi schiavizzare dalle colonizzazioni ideologiche che ci mettono idee nella testa e per finire schiavo, dipendente, fallito nella vita". "Se l'uso dei media ti porta fuori dalla concretezza, tagliala". "Innamoratevi di questa libertà, che è quella che offre Gesù". Facciamo nostre, perciò, le parole davvero illuminate di papa Francesco: "Impegniamoci dunque nel cercare di "frequentare il futuro", e di far uscire da questo Sinodo non solo un documento - che generalmente viene letto da pochi e criticato da molti -, ma soprattutto propositi pastorali concreti, in grado di realizzare il compito del Sinodo stesso, ossia quello di far germogliare sogni, suscitare profezie e visioni, far fiorire speranze, stimolare fiducia, fasciare ferite, intrecciare relazioni, risuscitare un'alba di speranza, imparare l'uno dall'altro, e creare un immaginario positivo che illumini le menti, riscaldi i cuori, ridoni forza alle mani, e ispiri ai giovani - a tutti i giovani, nessuno escluso - la visione di un futuro ricolmo della gioia del Vangelo".

Ancora, "E' vero, l'interconnessione digitale è rapida, è sicura, ma se ti abitui a questo finirai come una famiglia che a tavola, ognuno col telefonino, senza un rapporto reale, senza concretezza". No, sono esseri umani, e vanno trattati come tali.

Latest News