Caso Ronaldo, Georgina fa la sua vita, fuori dall'occhio del ciclone

Le prove sul presunto stupro di Cristiano Ronaldo

Il ballo di Ronaldo con la donna che lo ha denunciato per stupro [VIDEO]

Secondo quanto lasciato trapelare dalle autorità locali, la polizia di Las Vegas avrebbe smarrito le prove che avrebbero dovuto inchiodare Cr7.

In realtà a convincere la donna a denunciare è stata la potenza mediatica del movimento #metoo, nato in occasione delle accuse di violenza ad Harvey Weinstein. Tra queste, prosegue ancora il legale, Ruby raccontò di aver avuto un rapporto con Cristiano Ronaldo, dichiarazioni che successivamente durante il dibattimento vennero ritenute come una sciocchezza.

Ci sarebbe una seconda donna che accusa Cristiano Ronaldo di stupro.

La madre di Ronaldo, Dolores Aveiro, e la sorella Katia hanno pubblicato una foto con 'CR7' vestito da Superman e l'hashtag #justicacr7, ovvero 'giustizia per CR7'. "Le vecchie fidanzate possono essere molto illuminanti sulla sua condotta".

Collisione tra navi in Corsica, Francia: "Onda nera sotto controllo"
L'incidente, secondo la Ong, rende improcrastinabile introdurre "norme precise sulla protezione e sulla tutela del Santuario". Anche l'Italia ha fatto la sua parte, con la Guardia costiera e il Ministero dell'Ambiente in prima linea.


Diffusa parte del testo dell'accordo extragiudiziale tra Cristiano Ronaldo e la ex modella Mayoraga.

Ma da quanto si apprende conteneva un'altra clausola, che si dice fortemente voluta dalla donna. Il portoghese deve fare i conti con un danno economico già rilevanti, con la sua immagine macchiata dalla pesante accusa di violenza sessuale. Da Ruby e dal suo legale Paola Boccardi è arrivata la smentita, ricordando che già più di cinque anni fa la giovane aveva negato qualsiasi conoscenza con il calciatore.

Qui abbiamo riassunto l'intera vicenda che vede coinvolto Cristiano Ronaldo, giocatore della Juventus, nelle accuse di stupro della modella Kathrin Mayorga. "Disse che Ronaldo era stato fantastico ed era così eccitata che mi rivelò di voler chiamare suo figlio proprio Ronaldo", ha riferito il tassista. Intervistato da La Gazzetta dello Sport, un portavoce della polizia di Las Vegas ha commentato: "Ci vorrà del tempo prima di concludere le indagini, poi trasmetteremo 0 il fascicolo al procuratore e toccherà a lui stabilire se ci sono prove sufficienti per un'incriminazione ad andare a processo".

Latest News