Savona: "Lo scontro con l'Ue può portare alla crisi finanziaria"

Savona

Savona"Ue non vede che andiamo contro iceberg Altro

Il ministro per gli Affari Europei, Paolo Savona, sostiene che l'Unione europea stia andando a schiantarsi contro un iceberg. Rispondendo a una domanda posta dai cronisti stranieri presenti nella sede dell'associazione stampa estera, il ministro Savona ha dichiarato: "Dicono che il 2,4% di deficit sia troppo?"

LEGGI ANCHE Lo spread chiude a quota 303 punti.

"In un sistema in cui la politica monetaria sta diventando cautelativa e lo sviluppo economico tende a scendere, l'Europa continua a tenere il pilota automatico", ha detto Savona, parlando dei vincoli europei e precisando che è "come se una nave che sa di andare contro un iceberg continuasse comunque ad azionare il pilota automatico".

Fabrizio Corona fa una confessione choc su Lele Mora
Fabrizio Corona è stato intervistato tra le pagine del settimanale Spy , in edicola da oggi, venerdì 5 ottobre 2018. E la voce era fondata, a quanto dice Corona: "Ne avevo na marea", ha rivelato.


Savona ha poi garantito che "nessuno nel governo vuole l'uscita dall'Europa" ma se la misura venisse bocciata, "deciderà il popolo non io, io mi metto da parte". Siamo più spaventati dello scontro politico tra élite conservatrici che portano avanti politiche deflazioniste e le forze riformiste che vogliono che l'Europa faccia qualcosa per cambiare. "Il mercato ha retto bene, è più saggio di quanto non sia lo scontro politico in corso".

Savona è ottimista sulla crescita del Pil italiano ("Ritengo tecnicamente che noi possiamo arrivare al 2% di crescita nel 2019 invece che dell'1,5% e al 3% nel 2020") e sul fatto che l'esecutivo raggiungerà un accordo con la Commissione Ue.

Latest News