Vettel: "Voglio parlare dell'incidente con Verstappen in privato"

REUTERS

REUTERS

Sul podio al terzo posto Max Verstappen della Red Bull. Quarto Daniel Ricciardo, anche lui della Red Bull. Le Ferrari di Raikkonen e Vettel si sono classificate rispettivamente in quinta e sesta posizione.

Analizzando gli speed trap e le velocità massime registrate nei vari settori del circuito emerge come la Power Unit marcata Tag-Heuer abbia ancora dimostrato un rilevante deficit nei confronti dei propulsori Mercedes e Ferrari. Certo, sappiamo che adesso vincere è difficile, ma cosa abbiamo da perderci in questo momento?

Adesso certa stampa tira fuori la storia, vecchia quanto me (che ne ho visti di carnevali), dato che sono gli stessi titoli di quando ero bambino, che c'è la solita resa dei conti dentro la squadra, che ci sono due fazioni, insomma la vecchia storia dei Montecchi e Capuleti che puntualmente torna a cicli sui giornali italiani, una sorta di corso e ricorso storico alla Giambattista Vico. Non solo, l'olandese nel finale ha addirittura impensierito la Mercedes di Valtteri Bottas, in evidente affanno con la gestione delle gomme sul tracciato giapponese. Poco dopo la ripresa regolare della gara Vettel tenta di attaccare Verstappen ma entra in contatto con la Red Bull e va in testacoda: il tedesco deve dunque ripartire dal fondo del gruppo e vede la sua gara decisamente compromessa. La Rossa era sicuramente migliore a livello di performance rispetto a quella di Singapore e Sochi, ma la monoposto numero 5 non era al massimo del potenziale avendo subito dei danni aerodinamici dopo il contatto con Verstappen.

Italia, Mancini: "Barella di prospettiva, Insigne può giocare ovunque"
Abbiamo provato a regalargli cinque minuti di sorriso sperando che questa giornata possa essere un po' di aiuto. Ma io ho un obiettivo chiaro davanti a me: "voglio portare l'Ucraina all'Europeo".


Vola Lewis Hamilton nelle prove libere del gp del Giappone.

Oggi diretta su SkyF1 a partire dalle 7,10 per la gara.

E si sa bene chi parte primo a Suzuka, generalmente è primo anche al traguardo. Dobbiamo essere più veloci, lavoriamo questa notte: "nelle qualifiche basta anche un giro" ha detto il tedesco. Forse il punto è proprio questo; è il pilota che ha tranquillizzato la squadra o viceversa?

Latest News