Capone (Ugl) a Le Pen e Salvini: "Costruire Europa più giusta"

Bloomberg via Getty Images

Bloomberg via Getty Images

L'Europa ha calpestato i valori di solidarietà. Duro attacco dei leader sovranisti: patto Italia-Francia rinnovato 08 ottobre 2018 - agg. Vedendoli in scena, si capisce che ormai il leader europeo dei sovranisti non è la Le Pen, che arrivò prima su certe istanze, ma Salvini che si è aggiunto ma ora guida quello che lui chiama il Fronte delle Libertà che si augura di vincere le elezioni europee di maggio. Lo ha detto il vicepremier e ministro dell' Interno, Matteo Salvini a un convegno dell'Ugl "Crescita economica e prospettive sociali in un'Europa delle Nazioni", alla presenza di Marine Le Pen. Non sono la stessa cosa.

Tuttavia, lasciando intravedere un'apertura verso il Ppe, aggiunge che spetta a loro decidere se continuare a stare con la sinistra (il Ppe è infatti alleato dei socialisti) oppure se tornare alle origini di un'Europa che si basi sui valori e sui diritti al lavoro. Così il vicepremier Matteo Salvini rispondendo a margine a una domanda sul messaggio da inviare a Juncker e a Moscovici. "Ho sempre detto che l'Italia, come il governo, non vuole uscire né dall'euro né dall'Unione europea", ha dichiarato Di Maio.

Fmi: in Italia rischi per banche da incertezza politica
E' il primato non molto lusinghiero che l'Italia può oggi vantare per quel che riguarda la crescita economica. Il Fondo monetario internazionale ( Fmi ) ha rivisto al ribasso le stime di crescita dell'economia mondiale.


La leader francese ha voluto anche chiarire i rapporti con Steve Bannon, esponente dell'estrema destra Usa ed ex collaboratore del presidente Donald Trump, che molti descrivono come intento a creare un'alleanza sovranista internazionale. A maggio, sottolinea anche la Le Pen, "riusciremo ad arrivare a un'Unione che parta da nuovi valori contro la mondializzazione". Lo dice Matteo Salvini, parlando presso la sede della Ugl, al fianco di Marine Le Pen. "Se volessi pensare male - ha proseguito Salvini - penserei che dietro allo spread di questi giorni ci sia una manovra di speculatori ala vecchia maniera, alla Soros, che puntano sul crollo del Paese per comprarsi a livello di saldo le aziende sane, che sono tante, di questo Paese". Le Pen non ha citato esplicitamente la possibilità di un accordo con i popolari, ma ha detto che è pronta ad "allargare l'alleanza a tutti coloro che condividono degli elementi essenziali come la libertà, il diritto alla dignità, al lavoro, alla dicurezza, alla sovranità e il rispetto di ogni popolo". "Ora la Ue si oppone al potere dei popoli e lo fa attraverso minacce e ricatti non giustificati visti i risultati catastrofici". "Non penso a un'Europa senza regole, penso a un'Europa che aiuti i paesi a investire sul lavoro e quindi questo non può essere servo di uno zero virgola, di un uno virgola, di parametri vecchi".

Latest News