Cristiano Ronaldo, arriva la reazione rabbiosa del Real Madrid

Non ci sono prove scomparse, nell’indagine su Cristiano Ronaldo

La stampa portoghese sul caso Ronaldo: “Fu il Real Madrid a suggerire di pagare la donna”

A difesa della giovane modella, è intervenuta Paola Boccardi, legale di Ruby, che ha spiegato: "E' una fake news".

"È stato brusco, frettoloso e sbrigativo" si legge ancora nei documenti. Questione di prospettiva. Un no, anche di una putt. - perché anche lei ha diritto di dire no - non vale nulla, è merce. Come riporta la edizione online della Gazzetta dello Sport, un nuovo polverone è stato sollevato dall'avvocato Leslie Stovall, che ha avviato un'azione civile contro il portoghese davanti al tribunale distrettuale di Clark County, nel Nevada: "Altre tre donne, oltre a Kathryn Mayorga, accusano il calciatore". Attraverso i social network, con un post che vede Ronaldo in costume da Superman, Katia Aveiro chiede "giustizia" per il fratello di fronte alle accuse che gli vengono mosse. "Su tutte, la forma dell'epilogo della famosa nottata: la Mayorga dice che abbandonò la suite dell'hotel Palms Palace dove ebbero luogo i fatti poco dopo il presunto stupro".

L'accordo di riservatezza che Ronaldo ha firmato non è affatto un'ammissione di colpa.

Capone (Ugl) a Le Pen e Salvini: "Costruire Europa più giusta"
A maggio, sottolinea anche la Le Pen , "riusciremo ad arrivare a un'Unione che parta da nuovi valori contro la mondializzazione ". Duro attacco dei leader sovranisti: patto Italia-Francia rinnovato 08 ottobre 2018 - agg.


"Non c'è solo Kathryn, ci sono anche altre donne".

Cosa ha detto il portavoce della polizia di Las VegasParlando con il canale televisivo portoghese CMTV (associato al giornale Correio da Manhã), il portavoce della polizia di Las Vegas, Jacinto Rivera, ha detto che nessuna prova è andata persa e che non ci sono nuove prove rispetto a quelle raccolte nel 2009. "Anche se Cristiano Ronaldo è abituato a essere oggetto di attenzione dei media costante, inerente al fatto che si tratta di una persona estremamente ben nota, è assolutamente deplorevole che certi media continuano a diffondere e incoraggiare campagna diffamatoria deliberata sulla base di documenti digitali rubati e facilmente manipolabile".

Latest News