Juncker: opporsi a nazionalisti ottusi e populisti stupidi

Juncker: opporsi a nazionalisti ottusi e populisti stupidi

Juncker: opporsi a nazionalisti ottusi e populisti stupidi

Poi le parole, dure contro gli oppositori dell'Europa, con un distinguo: "Opero un distinguo tra gli euroscettici, che hanno delle domande, ed i populisti limitati con i nazionalisti ottusi". Lo ha sottolineato in un tweet anche Margaritis Schinas, portavoce ufficiale della Commissione Europea rispondendo ad un tweet: "Senza una canzone o una danza, cosa sarebbe la vita?" Non sono la stessa cosa.

Il presidente della Camera, Roberto Fico, ha parlato con il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, durante il loro incontro oggi a Bruxelles, della vicenda del ricercatore italiano Giulio Regeni, assassinato in Egitto in circostanze che le autorità del Paese non hanno mai chiarito. Juncker è intervenuto nella sessione di apertura insieme alla commissaria Ue per la Politica regionale, Corina Cretu. Alcuni giorni fa il primo ministro britannico aveva accennato passi di danza arrivando al congresso dei Tories, sulla colonna sonora di Dancing Queen degli Abba.

Terremoto in Indonesia: almeno 5 mila persone mancano all'appello (1.763 le vittime)
Si moltiplicano gli sforzi internazionali per assistere 200mila persone considerate in stato di estrema necessità. Cibo e acqua pulita scarseggiano e molti per sopravvivere dipendono interamente dagli aiuti.


"Dico sempre ai rappresentanti delle famiglie politiche tradizionali - ha aggiunto - che non devono seguire i populisti". Inoltre, "con la Commissione Juncker dal 2015 al 2018 l'ammontare di flessibilità di cui ha beneficiato l'Italia è stato pari al 1,8% di Pil, circa 30 miliardi", ha spiegato il portavoce. Gli elettori votano per l'originale: "quando si tratta di estrema destra, noi dobbiamo alzarci e dire no a tutti i tipi di populismo e di nazionalismo". Il presidente della Commissione Europa si trova a Bruxelles dove è in corso la Settimana europea delle regioni e delle città. Fra le vincitrici dei precedenti bandi Uia ci sono le italiane Bologna, Milano, Pozzuoli e Torino.

Latest News